Homepage

Casi e sentenze Casi e sentenze

Imposta sulla pubblicità: è soggetto passivo solo chi ritrae concreto vantaggio dalla pubblicità

02 Novembre 2021 | di La Redazione

CT II Trento

CT II Trento, sez. I, 1 settembre 2021, n. 70.pdf

Imposta sulla pubblicità

Soggetti passivi dell’imposta comunale di pubblicità sono, in via principale, colui che dispone a qualsiasi titolo del mezzo pubblicitario ed, in solido con questi, colui che produce o vende la merce o fornisce servizi oggetto della pubblicità.

Leggi dopo
Focus Focus

Classamento delle costruzioni rurali e riflessi ai fini ICI

02 Novembre 2021 | di Domenico Chindemi

Catasto

Vengono delineati i presupposti del classamento delle costruzioni rurali destinate ad abitazione ovvero strumentali all'esercizio di determinate attività agricole e i riflessi ai fini ICI.

Leggi dopo
Casi e sentenze Casi e sentenze

Parametri standardizzati dei redditi: non è necessario il parere preventivo del Consiglio di Stato

29 Ottobre 2021 | di La Redazione

CTR Sicilia

Avviso di accertamento

In tema di accertamento tributario, il d.P.C.M. 29 gennaio 1996 (“Elaborazione dei parametri per la determinazione di ricavi, compensi e volume d'affari sulla base delle caratteristiche e delle condizioni di esercizio sull’attività svolta”, determinati ai sensi dell’art. 3, comma 181, della legge 28 dicembre 1995, n. 549) non viola l’art. 17 della legge 23 agosto 1988, n. 400, per essere stato emanato senza il parere preventivo del Consiglio di Stato, in quanto non è un atto di natura regolamentare.

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Il leasing immobiliare e l'obbligo del pagamento dell'IMU anche in caso di mancata restituzione del bene

29 Ottobre 2021 | di Francesco Martin

CTP Udine

IMU

Nell'ambito del contratto di leasing immobiliare, l'obbligo di versare l'IMU permane in capo al locatario per tutta la durata del contratto sino alla risoluzione del contratto e non fino alla riconsegna del bene oggetto del contratto.

Leggi dopo
News News

Il Consiglio dei Ministri approva la Legge di Bilancio 2022

29 Ottobre 2021 | di La Redazione

Riforma fiscale

Il Consiglio dei Ministri dà il via libera alla legge di bilancio 2022: 185 articoli con un raggio d'azione che punta a rafforzare il tessuto economico e sociale, sostenendo crescita e competitività dell’economia italiana.

Leggi dopo
News News

Accise sull'energia elettrica: la Consulta ritiene ineludibile un intervento del Legislatore…

28 Ottobre 2021 | di Leda Rita Corrado

Corte Cost.

Accise

…sulla disciplina della prescrizione per il recupero di imposta e sanzioni in caso di condotta omissiva.

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Le esenzioni da accisa dei prodotti energetici in ambito normativo UE e italiano e gli interventi della Corte di Giustizia

28 Ottobre 2021 | di Gabriele Damascelli

CGUE

Accise

L'applicazione delle esenzioni in ambito UE, tra cui rientrano quelle relative alle accise sui prodotti energetici e l'elettricità, vanno applicate in maniera restrittiva senza che gli Stati membri possano applicarne alcune a carattere generale, tassando i prodotti energetici in funzione della loro effettiva utilizzazione, a prescindere dalla forma del contratto oggetto della prestazione, escludendo la tassazione solo nei casi in cui rilevi un effettivo “uso commerciale” richiamato dalla Direttiva 2003/96 e qualificato come tale, all'occorrenza, da parte della Corte di Giustizia.

Leggi dopo
Focus Focus

“Stralcio cartelle”, chiarimenti dell'AdE su tempi e modalità di attuazione del beneficio

27 Ottobre 2021 | di Giuseppe Durante

Agenzia delle Entrate

Cartelle esattoriali

I contribuenti con debiti fino ad euro cinque mila potranno rientrare nel nuovo “stralcio cartelle” previsto dal decreto Sostegni, potendo così beneficiare dello sgravio. Entro la data del 30 settembre 2021 l'ADE ha dovuto segnalare all'ADER tutti gli importi da sgravare pari o inferiori ad euro cinquemila, in modo tale che l'ADER possa ora procedere d'ufficio all'annullamento dei carichi tributari e non solo alla data del 31 ottobre 2021. Per cui, chi richiederà un estratto di ruolo aggiornato dopo il 01 novembre 2021 non vedrà più attestati debiti pregressi riferiti a cartelle di pagamento interessate dallo stralcio che sarà automatico senza alcun preavviso ai soggetti interessati. È questo uno dei chiarimenti contenuti nella Circolare n.11/E del 22 settembre 2021 in concomitanza della quale l'ADE – Direzione Centrale e Coordinamento Normativo ha fatto il punto sui tempi e le modalità operative attraverso i quali sarà effettuato lo sgravio. La Circolare analizza le novità introdotte, anche alla luce delle disposizioni contenute nel decreto attuativo (D.M. n. 41 del 22/03/2021).

Leggi dopo
Casi e sentenze Casi e sentenze

Il contribuente rimasto estraneo al giudizio definito con giudicato favorevole non può avvalersi dei suoi effetti

25 Ottobre 2021 | di La Redazione

CT II Trento

CT II Trento, sez. I, 21 giugno 2021, n. 58.pdf

Cosa giudicata

In caso di solidarietà tributaria passiva, fermo restando il principio generale di cui all’art. 1306, comma 1, c.c., secondo cui la sentenza non fa stato nei confronti dei debitori in solido che non abbiano partecipato al giudizio, tuttavia si deve tener conto del limite apportato a...

Leggi dopo
Focus Focus

Riforma Fiscale: al banco di prova il regime forfetario dei lavoratori autonomi

25 Ottobre 2021 | di Silvia Palermo

Riforma fiscale

La pubblicazione del Disegno di legge della riforma fiscale costituisce occasione per riflettere sui principi fondamentali dell’ordinamento tributario, la capacità contributiva, la progressività e l’interesse fiscale, e sugli strumenti fino ad oggi adottati dal Legislatore interno, ponendo particolare attenzione alle misure di tassazione dei redditi delle persone fisiche, evidenziando le differenze tra quelle adottate per i redditi da lavoro (da lavoro dipendente e autonomo). Finalità della nota è comprendere se, effettivamente, le proposte avanzate in sede di lavori parlamentari, miranti ad uniformare la tassazione dei redditi rinvenienti da lavoro, mediante la espunzione (o, comunque, la forte riduzione) del regime di tassazione forfetaria, realizzano effettivamente la parità orizzontale auspicata dalla Dottrina.

Leggi dopo

Pagine