Homepage

Focus Focus

La non impugnabilità dei ruoli investe anche i giudizi tributari anteriori

28 Settembre 2022 | di Giuseppe Durante

Cartelle esattoriali

Con la sentenza n. 26283, depositata il 6 settembre scorso, le Sezioni Unite hanno affermato che la nuova disciplina sulla non impugnabilità dei ruoli, di cui all’art. 3-bis del d.l. n. 146/2021, si applica anche ai giudizi tributari pendenti. L’Autore analizza i profili problematici della pronuncia.

Leggi dopo
News News

Istituito il codice tributo per la definizione agevolata dei giudizi tributari pendenti in Cassazione

27 Settembre 2022 | di La Redazione

Agenzia delle Entrate

Riforma del processo tributario

Con Risoluzione n. 50/E, l’Agenzia delle Entrate ha istituito i codici tributo per il versamento, tramite modello F24, delle somme dovute a seguito della definizione agevolata dei giudizi tributari pendenti innanzi alla Corte di cassazione.

Leggi dopo
Quesiti Operativi Quesiti Operativi

Operazioni con soggetti esteri ed esterometro

27 Settembre 2022 | di Matteo Pillon Storti

Operazioni con l’estero

Il Quesito si interroga sul perimetro di operatività del c.d. esterometro, ossia dell'obbligo di invio dei dati delle operazioni con/da soggetti esteri, anche alla luce delle recenti modifiche, ad opera del Decreto Semplificazioni.

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

I limiti di impignorabilità dell'art. 545 c.p.c. valgono anche nel processo penale (e la “prima casa”?)

26 Settembre 2022 | di Ciro Santoriello

Cass. Pen.

Prima casa

Una recente pronuncia della Cassazione (Sezioni Unite Penali, n. 26252/2022) fa chiarezza sull'operatività, nel processo penale, dei limiti di impignorabilità previsti dal codice di procedura civile, all'art. 545 c.p.c.

Leggi dopo
News News

Nuovo rapporto trimestrale del MEF sul contenzioso tributario

21 Settembre 2022 | di La Redazione

Contraddittorio

Il MEF ha pubblicato un nuovo rapporto trimestrale sul contenzioso tributario, relativo al periodo aprile-giugno 2022.

Leggi dopo
Focus Focus

I presupposti di ammissibilità per l'emissione di un avviso di accertamento ante tempus

21 Settembre 2022 | di Daniela Mendola

Avviso di accertamento

In caso di accessi, ispezioni e verifiche fiscali, l'Amministrazione Finanziaria non può emettere l'avviso di accertamento prima del decorso del termine di sessanta giorni dalla consegna di copia del processo verbale. Il pieno dispiegarsi del termine dilatorio di sessanta giorni rileva al fine di consentire al contribuente l'esercizio adeguato del diritto di difesa.

Leggi dopo
Casi e sentenze Casi e sentenze

Non impugnabile l’estratto di ruolo

20 Settembre 2022 | di La Redazione

CTR Sicilia, Palermo

Cartelle esattoriali

La norma che prevede la non impugnabilità dell’estratto di ruolo mira a valorizzare il principio di lesività e il concreto interesse ad agire.

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Utilizzo del credito per imposte pagate all'estero entro il termine ordinario di prescrizione

20 Settembre 2022 | di Massimo Romeo

CTR Lombardia

Crediti d'imposta e imposte pagate all'estero

Una recente pronuncia della CTR Lombardia (sentenza n. 3260 del 3 agosto) si è occupata del termine di prescrizione per l'utilizzo del credito per imposte pagate all'estero, ai sensi dell'art. 165 Tuir.

Leggi dopo
News News

Definizione agevolata delle liti tributarie pendenti: i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate

19 Settembre 2022 | di La Redazione

Agenzia delle Entrate - Provvedimento 16 settembre 2022

Riforma del processo tributario

L’Agenzia delle Entrate ha definito, con provvedimento del 16 settembre, lo schema di domanda, con relative istruzioni di compilazione, per aderire alla definizione agevolata dei giudizi tributari pendenti in Corte di cassazione, ex art. 5 l. n. 130/2022.

Leggi dopo
Focus Focus

Contenzioso tributario: introdotta la prova testimoniale

12 Settembre 2022 | di Saverio Capolupo

Legge n. 130/2022

Mezzi di prova

Con la riformulazione dell'art. 7, comma 4, del d.lgs. n. 546/1992 è stata introdotta nel giudizio tributario la prova testimoniale al pari di quanto previsto dal codice di rito. Tuttavia, le due discipline non sono del tutto sovrapponibili poiché la prima, prescindendo dal preventivo accordo tra le parti, lascia al Giudice ampia discrezionalità. Di contro, però, sono anche previste delle limitazioni di relativamente agli atti pubblici facenti fede fino a querela di parte. La formulazione della disposizione, ove interpretata letteralmente presenta un'area operativa molto limitata. Non sfugge, invero, che gli atti facenti fede fino a querela di parte comprendono i verbali redatti dalla Guardia di Finanza e dall'Agenzia delle Entrate. È da delimitare l'effettiva portata del termine “Verbali” atteso che, anche per il contraddittorio svolto negli uffici dell'Agenzia, viene previsto il verbale al fine di formalizzare i relativi risultati.

Leggi dopo

Pagine