Quesiti Operativi

Quesiti Operativi su Imposta di registro

Decreto ingiuntivo di restituzione beni venduti con riserva di proprietà: illegittima l'imposta di registro se è stata scontata l'IVA

06 Aprile 2021 | di Elisa Manoni

Imposta di registro

L'Agenzia delle Entrate mi ha notificato un Avviso di Liquidazione con il quale ha proceduto a tassare il Decreto Ingiuntivo emesso dal Tribunale applicando l'imposta di registro in misura proporzionale con aliquota del 3%. Tale Decreto Ingiuntivo, emesso a mio favore, origina da ricorso proposto da me proposto al fine di chiedere la restituzione, ex art. 633 c.p.c., di un impianto. Tale ricorso monitorio da me proposto si era reso necessario a seguito di inadempimento, da parte dell'acquirente (nel frattempo deceduto e, per tal ragione, il Decreto Ingiuntivo è stato emesso nei confronti dei suoi eredi) all' obbligazione assunta con il contratto di vendita con riserva di proprietà ai sensi della Legge 28 novembre 1965, n. 1329 da me stipulato, di pagamento del corrispettivo della cessione di tale impianto. L'Amministrazione ha motivato la tassazione del Decreto Ingiuntivo con imposta di registro in misura proporzionale con aliquota del 3% asserendo che l'atto giudiziario “riguarda, come è noto, un decreto ingiuntivo di restituzione di beni mobili venduti con riserva di proprietà soggetta ad aliquota proporzionale al 3% art. 8 Tar. Parte I allegata al d.P.R. n. 131/1986 e non soggetto ad Iva”. Vorrei chiedervi se vi sono i presupposti per contestare la rettifica operata dall'Amministrazione.

Leggi dopo

Imposta di registro e concessione di beni demaniali

27 Maggio 2020 | di Elisa Manoni

Imposta di registro

Sono il legale rappresentante di un'Azienda che ha quale oggetto sociale “la produzione e/o la commercializzazione di ogni genere di materiale metallifero e non metallifero; la macinazione e la micronizzazione di ogni genere di minerale metallifero e non metallifero anche con trattamenti chimici superficiali; la produzione e/o la commercializzazione di metalli idrati anche ottenuti attraverso processi chimici di sintesi; la produzione e/o commercializzazione di materie chimiche, plastiche, ed elastomeri”. Ho stipulato in data 20 marzo 2013, con il Comune di X, una “Convezione per l'esecuzione del progetto di ampliamento di una cava esistente all'interno di un bacino estrattivo individuato dal P.P.A.E” e per l'estrazione di calcare stratificato ad uso industriale. Detta “Convenzione”, in attuazione della Legge della Regione Y, prevede che il proponente (cioè la mia Azienda) si impegni a versare, alle casse comunali, entro il 31 marzo di ogni anno...

Leggi dopo

Pignoramento presso terzi: corretta tassazione dell’ordinanza di assegnazione di una somma al creditore procedente

23 Marzo 2020 | di Francesco Brandi

Imposta di registro

Ad un creditore titolare di un credito soggetto ad IVA a cui con ordinanza di assegnazione - esitata da procedura esecutiva mobiliare presso terzi - è stata attribuita una somma di una certa rilevanza, per cui l'assoggettamento all'imposta in misura proporzionale (0,50%) ovvero in misura fissa (€ 200,00) è notevolmente differente. L'Agenzia delle Entrate ha notificato l'avviso di liquidazione ritenendo dovuta l'imposta in misura proporzionale, ossia in quella dello 0,50%. Assisto un creditore titolare di un credito soggetto ad IVA a cui con ordinanza di assegnazione - esitata da procedura esecutiva mobiliare presso terzi - è stata attribuita una somma di una certa rilevanza, per cui l'assoggettamento all'imposta in misura proporzionale (0,50%) ovvero in misura fissa (€ 200,00) è notevolmente differente. L'Agenzia delle Entrate ha notificato l'avviso di liquidazione ritenendo dovuta l'imposta in misura proporzionale, ossia in quella dello 0,50%. È corretta tale quantificazione dell'imposta?

Leggi dopo

Surrogazione nel credito da parte di un terzo soggetto pagatore privato: l’imposta di registro applicabile all’atto

07 Dicembre 2017 | di Stefano Pasetto

Imposta di registro

Si vuole conoscere il quantum dell’imposta di registro dovuto per la registrazione dell’atto di surrogazione nel credito da parte di un terzo pagatore privato.

Leggi dopo