News

News

Il divieto di reformatio in peius si estende alla confisca per equivalente?

08 Aprile 2021 | di Alfredo Foti

Cass. pen., sez. III, 2 aprile 2021, n. 12728

Misure cautelari

La confisca per equivalente ha natura sanzionatoria, con la conseguenza che l’applicazione della stessa, ove non disposta dal Giudice di primo grado, da parte della Corte d’Appello pur in assenza dell’impugnazione del Pubblico Ministero si sostanzia nell’applicazione di un trattamento sanzionatorio non disposto in primo grado, in violazione del divieto di reformatio in peius che il terzo comma dell’art. 597 c.p.p. estende anche all’applicazione di una misura di sicurezza nuova o più grave.

Leggi dopo

Siglato protocollo d'intesa che rafforza le sinergie tra Guardia di Finanza e Garante privacy

02 Aprile 2021 | di La Redazione

Indagini finanziarie

Il Comandante Generale della Guardia di Finanza, Gen. C.A. Giuseppe Zafarana, e il Presidente dell’Autorità Garante per la Protezione dei Dati Personali, Prof. Avv. Pasquale Stanzione, il 31 marzo scorso hanno rinnovato il Protocollo d’intesa relativo alla collaborazione tra le due istituzioni. Il Garante, alla luce dell’evoluzione del quadro normativo europeo e nazionale e delle innovazioni tecnologiche e di comunicazione vuole implementare le sinergie in essere finalizzate al miglioramento dell’efficacia complessiva delle attività connesse alla vigilanza sul rispetto delle norme che disciplinano la tutela dei dati personali, in virtù delle nuove attribuzioni affidate al Garante dalla normativa nazionale e comunitaria.

Leggi dopo

La tardività dell’opposizione agli atti esecutivi “non decisa” dal Giudice di merito deve essere delibata in sede di legittimità

29 Marzo 2021 | di Massimiliano Summa

Cass. Civ., sez. unite,

Giudizio di appello

La questione della tardività dell’opposizione proposta ex art. 617 c.p.c., ove non decisa dal Giudice del merito e dunque non coperta da giudicato interno, può e deve essere delibata in sede di legittimità, ancorché non dedotta come motivo di ricorso, trattandosi di questione relativa ad un termine di decadenza processuale la cui inosservanza è rilevabile d'ufficio e che comporta la cassazione senza rinvio della sentenza ex art. 382, comma 3, c.p.c., in quanto l’azione non poteva proporsi.

Leggi dopo

Sospensione dei termini per acquisto prima casa: norma agevolativa la cui estensione in via analogica non è consentita

26 Marzo 2021 | di La Redazione

Risposta, Agenzia delle Entrate

Prima casa

Con Risposta pubblicata ieri - 25 marzo - l'Agenzia delle Entrate chiarisce un dubbio avanzato da un contribuente in merito alla corretta interpretazione e applicabilità, alla fattispecie rappresentata nell'istanza di interpello, della sospensione dei termini per fruire delle agevolazioni prima casa prevista dall'art. 24 D.L. 8 aprile 2020, n. 23 conv. in L. n. 40/2020e art. 103 del D.L. 17 marzo 2020, n. 18.

Leggi dopo

In Gazzetta Ufficiale il "Decreto sostegni"

23 Marzo 2021 | di La Redazione

Crediti d'imposta per persone fisiche

È approdato in Gazzetta Ufficiale il D.L. 22 marzo 2021, n. 41, recante "Misure urgenti in materia di sostegno alle imprese e agli operatori economici, di lavoro, salute e servizi territoriali, connesse all'emergenza da COVID-19". Dal punto di vista fiscale le misure disposte definiscono un nuovo ambito applicativo del contributo a fondo perduto, l’introduzione della cancellazione dei debiti, le nuove proroghe dei termini legati ai principali adempimenti nonché l’adozione di misure per favorire la ripresa rallentando le attività legate alla riscossione coatta.

Leggi dopo

Contenzioso tributario: il 2020 chiude con un aumento delle controversie pendenti

23 Marzo 2021 | di La Redazione

Conciliazione giudiziale

Con comunicato stampa del 19 marzo scorso, il MEF ha reso noto che, alla data del 31 dicembre 2020, le controversie tributarie pendenti, pari a 345.285, sono aumentate del 2,85% rispetto al 31 dicembre 2019; il raffronto con il dato del 30 settembre 2020 registra, invece, una diminuzione delle pendenze del 5,92% sostenuta dall’incremento delle definizioni nel trimestre in esame. Il contezioso tributario chiude, dunque, il 2020 con un aumento delle controversie pendenti.

Leggi dopo

Il Governo ha approvato il decreto sostegni. Ma per gli avvocati non è sufficiente

22 Marzo 2021 | di La Redazione

Aiuti di Stato

Nella seduta di venerdì 19 marzo, il Consiglio dei Ministri n. 8 ha approvato il c.d. decreto sostegni, recante misure urgenti in materia di sostegno alle imprese e agli operatori economici, di lavoro, salute e servizi territoriale, connesse all’emergenza da COVID-19. Il decreto legge, approvato su proposta del Presidente Mario Draghi, del Ministro dell’Economia e delle finanza Daniele Franco e del Ministro del Lavoro Andrea Orlando, prevede «misure urgenti in materia di sostegno alle imprese e agli operatori economici, di lavoro, salute e servizi territoriale, connesse all’emergenza da COVID-19».

Leggi dopo

Applicazione della ritenuta d’acconto alle società tra professionisti? Conta l’organizzazione dell’attività in forma d’impresa

22 Marzo 2021 | di Massimiliano Summa

Cass. Civ., sez. III

Società tra professionisti

Ai fini dell’applicazione della ritenuta d’acconto alle società tra professionisti, la qualificazione come reddito d’impresa del reddito dalle stesse prodotto presuppone che le prestazioni di lavoro autonomo costituiscano elemento di un’attività organizzata in forma d’impresa, risultando, così, inserite in strutture che sono frutto dell’impiego del capitale, ovvero che il lavoro del professionista e il capitale concorrano entrambi nella produzione del reddito, sicché quest’ultimo non potrà ritenersi derivante dal solo lavoro, ma dall’intera struttura imprenditoriale.

Leggi dopo

Per la Consulta è legittima la retroattività di una “genuina norma di sistema”

18 Marzo 2021 | di La Redazione

Corte Costituzionale

Statuto del contribuente

«'Non è contestabile' la legittimità di un intervento legislativo che attribuisce forza retroattiva 'a una genuina norma di sistema' nemmeno quando sia determinato dall’intento di rimediare a un’opzione interpretativa consolidata nella giurisprudenza (anche di legittimità) ma divergente rispetto alla linea di politica del diritto giudicata più opportuna dal legislatore». È quanto affermato dalla Corte Costituzionale con la sentenza n. 39/2021, depositata il 16 marzo.

Leggi dopo

IMU: per il diritto di abitazione non è sufficiente la scrittura privata non registrata

17 Marzo 2021 | di Francesco Brandi

Cass. Civ., sez. trib.

IMU

In tema di procedimento tributario, quando la data dell'atto assurge ad elemento determinante per l'esatta percezione del tributo, la data della scrittura privata non autenticata non è opponibile al fisco. Legittimo dunque l’avviso di accertamento emesso nei confronti del nudo proprietario in quanto il diritto di abitazione costituito a favore della madre non era opponibile al Comune.

Leggi dopo

Pagine