News

News

Decreto giustizia e proroghe: le ultime novità da Palazzo Chigi

30 Settembre 2021 | di La Redazione

IRAP

Il Consiglio dei Ministri, nella riunione a Palazzo Chigi del 29 settembre, ha approvato il decreto-legge che introduce disposizioni urgenti in materia di giustizia e disposizioni di proroga in tema di referendum, assegno temporaneo e IRAP.

Leggi dopo

La Suprema Corte in tema di dolo specifico e reati tributari

24 Settembre 2021 | di La Redazione

Cass. pen., sez. III

Bancarotta fraudolenta

«Non sussiste specialità, ex art. 15 c.p., tra la bancarotta fraudolenta documentale, art. 216, comma 1, n. 2, l.fall. e l’omessa dichiarazione ex art. 5 d.lgs. n. 74/2000, stante la diversità delle suddette fattispecie incriminatrici, richiedendo quella tributaria la sola omissione della presentazione della dichiarazione (chiunque…non presenta, essendovi obbligato, una delle dichiarazioni annuali) […]».

Leggi dopo

Validità della cartella esattoriale notificata via PEC in formato pdf

17 Settembre 2021 | di La Redazione

CTR Lazio, Roma

PEC

Deve essere ritenuta legittima e valida la notifica della cartella esattoriale effettuata in pdf, essendo sufficiente che la copia telematica rechi l'attestazione di conformità, redatta secondo le disposizioni vigenti ratione temporis.

Leggi dopo

La notifica della comunicazione preventiva di iscrizione ipotecaria in formato ‘Pdf’ è valida

15 Settembre 2021 | di La Redazione

CTR Molise

PEC

L’Agenzia delle Entrate – Riscossione – impugnava la pronuncia con cui la Commissione Tributaria Provinciale di Campobasso aveva accolto il ricorso per l'annullamento della comunicazione preventiva di iscrizione ipotecaria, a causa dell’invalidità della notifica di tale atto, avvenuta tramite PEC «contenente il file della cartella con estensione ".pdf" anziché ".p7m", inidoneo a garantire non solo l'integrità e l'immodificabilità del documento informatico, ma anche l'individuazione del suo autore e la provenienza del documento».

Leggi dopo

Delitto di indebita compensazione: quando si consuma il reato?

10 Settembre 2021 | di La Redazione

Cass. pen.

Compensazioni

«In tema di reati tributari, il delitto di indebita compensazione di cui al d.lgs. 10 marzo 2000, n. 74, art. 10-quater, non presuppone la presentazione da parte del contribuente di una dichiarazione annuale a differenza di quello di dichiarazione infedele di cui al medesimo d.lgs. n. 74 del 2000, art. 4, in cui il mendacio del contribuente si esprime proprio nella dichiarazione annuale relativa alle imposte sui redditi o all’IVA; il reato, infatti, si consuma al momento della presentazione dell’ultimo modello F24 relativo all’anno interessato e non in quello della successiva dichiarazione dei redditi, in quanto, con l’utilizzo del modello indicato, si perfeziona la condotta del contribuente, realizzandosi il mancato versamento per effetto dell’indebita compensazione di crediti in realtà non spettanti in base alla normativa fiscale».

Leggi dopo

Uber: ancora nodi da sciogliere

07 Settembre 2021 | di Elisa Manoni

Regimi contabili e fiscali

I servizi resi tramite l’utilizzo di piattaforme digitali escono dagli schemi delle tradizionali categorie reddituali che devono essere assolutamente ripensate. Ed in attesa di una codificazione che sembra sempre più lontana (seppur non sia oramai più procrastinabile), si cercherà di mettere in luce gli aspetti fondamentali di tale forma di “economia digitale”, prendendo le mosse dal caso “Uber”.

Leggi dopo

Prima casa sequestrata al debitore per reati tributari: secondo la Cassazione è possibile

26 Agosto 2021 | di Annalisa Gasparre

Cass. pen., sez. III

Prima casa

In tema di sequestro preventivo finalizzato alla confisca per sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte, il limite alla pignorabilità si riferisce solo alle espropriazioni da parte del fisco e non a quelle promosse da altre categorie di creditori; tale limite non riguarda la “prima casa” ma l’unico immobile di proprietà del debitore e non trova comunque applicazione relativamente alla confisca penale né al sequestro preventivo ad essa preordinato.

Leggi dopo

Società di comodo: mancata realizzazione di alcun ricavo e impossibilità di avviamento del processo produttivo

23 Agosto 2021 | di Pietro Cocchiara

CTR Sicilia, Palermo

Società di comodo

Il mancato avvio del processo produttivo legato a cause estranee alla volontà della società contribuente, costituisce una circostanza legittimante l’impossibilità del conseguimento dei ricavi e della qualificazione come società di comodo, così come previsto dall’art. 30 della legge n. 724/1994.

Leggi dopo

Avviso di accertamento integrativo: insussistenza delle condizioni legittimanti la sua emissione

16 Agosto 2021 | di Pietro Cocchiara

CTP Agrigento, sez. I

Accertamento integrativo

Il rinvenimento delle fatture non contabilizzate a seguito dei questionari somministrati ai fornitori del contribuente da parte della Guardia di Finanza, nel corso di una seconda verifica fiscale vertente sul medesimo anno d’imposta del primo controllo fiscale, non integra il requisito della novità...

Leggi dopo

Omesso versamento dell’IVA, dolo e invocazione della forza maggiore

11 Agosto 2021 | di La Redazione

Cass. pen., sez. III

Omessa dichiarazione

Quando risulti che l’IVA sia stata effettivamente incassata, le relative somme non siano state accantonate ma impiegate per autofinanziamento, per altri scopi imprenditoriali, oltre ad essere provato il dolo, l’autore dell’omesso versamento si pone volontariamente nelle condizioni di non uniformarsi alla legge, con la conseguenza che non è invocabile la forza maggiore.

Leggi dopo

Pagine