News

News su Sanzioni

Lo scambio di messaggi su whatsapp non prova la qualifica di amministratore di fatto della società

06 Luglio 2021 | di La Redazione

CTP Reggio Emilia

Sanzioni

È legittimo il provvedimento con cui il giudice di merito rigetta la richiesta di acquisizione della trascrizione di conversazioni, effettuate via whatsapp e registrate da uno degli interlocutori, poiché la loro utilizzabilità è condizionata «all’acquisizione del supporto telematico o figurativo contenente la relativa registrazione, al fine di verificare l’affidabilità, la provenienza e l’attendibilità del contenuto di dette conversazioni».

Leggi dopo

Riscossione di una sanzione amministrativa e regolarità della notificazione

14 Gennaio 2021 | di La Redazione

Cass. Civ., sez. III, 12 gennaio 2021, n. 270

Sanzioni

L’opposizione a una cartella di pagamento, finalizzata alla riscossione di una sanzione amministrativa pecuniaria irrogata ai sensi del Codice della strada, deve essere proposta, nel termine di giorni trenta a pena di inammissibilità, ai sensi di quanto disposto dall’art. 7 del D.lgs. n. 150/2011 (e non ai sensi dell’art. 615 del codice di rito civile) qualora la parte deduca che la stessa costituisca il primo atto tramite il quale sia venuta a conoscenza della sanzione irrogata, in ragione della nullità ovvero dell’omissione della notificazione del processo verbale di accertamento della violazione del Codice della strada.

Leggi dopo

Scontrini fiscali “dimenticati” e violazioni contestate in un unico atto: legittima la chiusura del negozio

02 Novembre 2020 | di La Redazione

Cass. Civ., sez. trib.

Sanzioni

Definitiva la sanzione irrogata dall’Agenzia delle Entrate a un’attività commerciale. Respinte le obiezioni proposte dal titolare. I Giudici osservano che la norma non contempla affatto, tra i presupposti della sanzione accessoria, la definitività dell’accertamento dell’obbligo di emettere la ricevuta fiscale o lo scontrino fiscale, e viene sanzionata la condotta illecita (rappresentata dalla quadrupla infrazione infraquinquennale) a prescindere dalle modalità con le quali poi la stessa è stata contestata.

Leggi dopo

La sanzione va determinata in relazione al solo importo non versato entro il termine prolungato

10 Agosto 2020 | di La Redazione

Cass. Civ., sez. trib.,

Sanzioni

La maggiorazione di cui all’art. 17, comma 2, d.P.R. n. 435/2001 presenta la natura di interessi corrispettivi dell’imposta dovuta a favore dell’Erario a fronte del maggior periodo di 30 giorni concesso al contribuente per il pagamento, pertanto il mancato versamento «della sola maggiorazione nel più lungo termine costituisce un pagamento parziale ma non determina la decadenza dal termine prorogato». Lo afferma la Corte di Cassazione nell’ordinanza n. 16645/20, depositata il 4 agosto.

Leggi dopo

L’errore bloccante del sistema non esonera da responsabilità il commercialista che presenti in ritardo la dichiarazione

30 Luglio 2020 | di Francesco Brandi

Cass. Civ., sez. trib.

Sanzioni

Il commercialista che presenta in ritardo la dichiarazione rischia la sanzione nonostante l’errore bloccante di Entratel. Spetta al professionista l’onere di dimostrare di aver trasmesso la dichiarazione entro un mese dall’impegno assunto con il contribuente. È quanto affermato dalla Corte di Cassazione che, con l’ordinanza n. 15751/20 del 23 luglio, ha accolto il ricorso dell’Agenzia delle Entrate.

Leggi dopo

L’UNGDCEC chiede la disapplicazione delle sanzioni tributarie per i versamenti in scadenza il 16 marzo

16 Marzo 2020 | di La Redazione

Sanzioni

In attesa delle nuove disposizioni da parte del Governo sulla situazione di emergenza da COVID-19, l’Unione Nazionale Giovani Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili ha richiesto la disapplicazione delle sanzioni tributarie per i versamenti in scadenza oggi, lunedì 16 marzo 2020.

Leggi dopo

Contribuente sanzionato anche se l'infedeltà è del commercialista

17 Maggio 2019 | di La Redazione

Cass. civ.

Sanzioni

Anche se le irregolarità sul condono sono commesse dal commercialista, le sanzioni fiscali sono pagate dal contribuente. È l’esito dell’ordinanza del 15 maggio 2019 n. 12901, con la quale la Corte di Cassazione...

Leggi dopo

Le Sezioni Unite chiariscono la responsabilità tra sostituto e sostituito in caso di omesso versamento somme

12 Aprile 2019 | di La Redazione

Cass. Civ., sez. un., 12 aprile 2019, n. 10378

Sanzioni

Nel caso in cui il sostituto ometta di versare le somme, per le quali ha però operato le ritenute di acconto, il sostituito non è tenuto in solido in sede di riscossione, atteso che la responsabilità solidale prevista dall'art. 35 d.P.R. n. 602/1973 è espressamente condizionata alla circostanza che non siano state effettuate le ritenute. Così decidono le sezioni unite della Corte di Cassazione con la sentenza n. 10378/2019

Leggi dopo

Sanzioni sospese se c’è incertezza nelle disposizioni normative e contrasto giurisprudenziale

06 Febbraio 2019 | di La Redazione

Cass. Civ., sez. trib.

Sanzioni

Se c’è incertezza nelle disposizioni normative, niente sanzioni fiscali, tanto più se una norma di interpretazione autentica ha avvalorato la poca chiarezza della norma tributaria. È il caso esaminato dalla Corte di Cassazione con l’ordinanza del 5 febbraio 2019, n. 3277, con la quale i Giudici della Suprema Corte hanno accolto il ricorso di una società che si opponeva ad una cartella di pagamento ICI (e relative sanzioni).

Leggi dopo

Iscrizione a ruolo: nessuna decadenza biennale per le sanzioni previdenziali e multe

13 Novembre 2018 | di La Redazione

Cass. civ.

Sanzioni

La Corte di Cassazione, con la sentenza dell’8 novembre 2018 n. 28529 ha spiegato che alla riscossione di sanzioni amministrative per la violazione del codice della strada o di norme previdenziali non può essere applicata la decadenza biennale per l’iscrizione a ruolo esattoriale dei tributi.

Leggi dopo

Pagine