Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata su Sanzioni

È applicabile il cumulo giuridico solo in caso di violazioni formali quali i ritardi nella fatturazione

25 Agosto 2021 | di Matteo Dellapina

Cass. Civ.

Sanzioni

Il ritardo nella fatturazione, sanzionato dall'art. 6, comma 1, del d.lgs. 18 dicembre 1997, n. 471, integra una violazione formale e non anche sostanziale dell'art. 21, comma 4, del d.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633, ove la condotta, pur oggettivamente lesiva per l'esercizio delle azioni di controllo, non abbia arrecato alcun pregiudizio, con accertamento di fatto di competenza del giudice di merito, sulla determinazione della base imponibile, dell'imposta o sul versamento del tributo, sicchè, in caso di pluralità di violazioni della medesima disposizione, è applicabile l'art. 12, comma 1, del d.lgs. 18 dicembre 1997, n. 472.

Leggi dopo

Prova dell’amministrazione di fatto e regime sanzionatorio per gli illeciti tributari commessi

23 Luglio 2021 | di Matteo Faggioli

CTP Reggio Emilia

Sanzioni

È “amministratore di fatto” colui che esercita in modo continuativo e significativo i poteri tipici inerenti alla qualifica o alla funzione, sebbene significatività e continuità non comportino necessariamente l’esercizio di tutti i poteri propri dell'organo di gestione, ma richiedano l’esercizio di un’apprezzabile attività gestoria, svolta in modo non episodico od occasionale.

Leggi dopo

Recidiva tributaria: legittima anche se le violazioni riguardano più periodi d'imposta e vengono contestate contemporaneamente

04 Novembre 2020 | di Ignazio Gennaro

CTP Catania, Sez. III

Sanzioni

In tema di sanzioni amministrative, ai fini dell'applicazione dell'istituto della “recidiva”, non è necessaria la definitività delle violazione della stessa indole contestate in relazione ai precedenti periodi di imposta. Pertanto, la “recidiva” può essere comminata anche nell'ipotesi in cui le violazioni riguardanti più periodi d'imposta vengano contestate contemporaneamente e con atti separati.

Leggi dopo

Rapporto tra sanzioni penali e tributarie: no all’incostituzionalità della norma sul ne bis in idem

03 Settembre 2020 | di Francesco Brandi

Corte Costituzionale

Sanzioni

Con sentenza 114 del 12 giugno 2020 la Corte costituzionale ha sostanzialmente negato l’incostituzionalità dell’art. 649 c.p.p. in relazione cumulo delle sanzioni penali e tributarie relative all’omesso versamento IVA

Leggi dopo

Nelle sanzioni tributarie sul trasgressore grava la presunzione di colpa

02 Ottobre 2019 | di Antonio Scalera

Cass. Civ.

Sanzioni

In tema di sanzione tributaria, l'elemento soggettivo della violazione, che può constare anche solo della colpa, comporta che, al fine di escludere la responsabilità dell'autore dell'infrazione, non basta uno stato di ignoranza circa la sussistenza dei relativi presupposti...

Leggi dopo

Possibile firmare digitalmente gli atti sanzionatori anche in assenza dei decreti attuativi previsti dal D.Lgs. 217/2017

01 Agosto 2019 | di Achille Benigni

CTP Pescara 20 maggio 2019 n. 279

Sanzioni

La possibilità di sottoscrivere digitalmente gli atti di natura sanzionatoria tributaria è prevista dall'art. 2 c.1 lett. e) D.Lgs. 217/2017, in vigore dal 27 gennaio 2018. Non osta all'applicabilità di tale norma la mancata emanazione del relativo decreto attuativo.

Leggi dopo

Non è necessario adempiere integralmente il debito tributario per patteggiare

21 Settembre 2018 | di Gabriele Minniti

Cass. pen.

Sanzioni

L'intervenuto pagamento integrale del debito tributario, delle sanzioni e degli interessi, nonché il ravvedimento operoso, costituiscono condizioni per l'applicazione della pena ex art. 444 c.p.p. per tutti i delitti tributari contemplati nel D.Lgs. n. 74/2000, oppure sussistono delle eccezioni?

Leggi dopo

Proporzionalità delle sanzioni tributarie e principio di colpevolezza

14 Giugno 2018 | di Giovambattista Palumbo

CTP Firenze

Sanzioni

La condotta, per essere sanzionabile, deve essere rivelatrice di una volontà di occultare l'imposta, ovvero tesa al pagamento del dovuto secondo arbitrio o mera convenienza personale e non in ragione di differenti interpretazioni della disciplina di riferimento.

Leggi dopo

Il ne bis in idem al vaglio della CGUE: quando la normativa nazionale può limitare il principio unionale

25 Maggio 2018 | di Stefano Loconte

CGUE, Grande Sezione

Sanzioni

La normativa nazionale che permette di celebrare un procedimento volto ad irrogare una sanzione amministrativa pecuniaria avente natura “penale” o di avviare procedimenti penali viola il principio del ne bis in idem quando nei confronti della medesima persona o sia già stata pronunciata una sentenza penale definitiva o sia stata irrogata una sanzione amministrativa avente natura penale, avente ad oggetto i medesimi fatti, nei limiti in cui siffatta normativa sia idonea a reprimere il reato in maniera efficace proporzionata e dissuasiva.

Leggi dopo

Illeciti tributari e divieto di bis in idem convenzionale: tra Corte EDU e Corte di Giustizia

12 Aprile 2018 | di Andrea Nocera

Cass. pen., sez. III

Sanzioni

In tema di illecito tributario non viola il principio del ne bis in idem di cui all'art. 4 del Protocollo n. 7 della CEDU, come interpretato dalla sentenza della Corte EDU, e di cui all'art. 50 del TFUE, la condanna penale per reati tributari che segua l'irrogazione di una sanzione amministrativa per violazioni di analoga natura con provvedimento definitivo, se in concreto si è verificato uno sviluppo parallelo e la connessione temporale tra il procedimento penale e quello amministrativo, non trovando applicazione in tali casi la disciplina prevista dall'art. 649 c.p.p.

Leggi dopo

Pagine