Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata su IVA comunitaria

Obbligazione doganale ai fini daziari e IVA all'importazione. La seconda si “adatta” alla prima. La posizione della Corte di Giustizia

16 Aprile 2021 | di Gabriele Damascelli

CGUE

IVA comunitaria

Con sentenza del 3 marzo 2021 nella causa C-7/20, la Corte di Giustizia ha ribadito che, nell'ipotesi di inosservanza della normativa doganale all'importazione, in caso di irregolare introduzione nel territorio doganale dell'UE, per mancato pagamento di dazi ed IVA di un'autovettura acquistata fuori dall'UE ed immessa in consumo nello Stato membro di residenza dell'acquirente quale destinazione finale (Germania), non prima di aver attraversato più volte il confine doganale UE (Bulgaria, Ungheria e Austria) senza ivi aver osservato il pagamento dei tributi in linea di dogana, la contestazione del mancato pagamento dei dazi da parte dello Stato di residenza “assorbe” quella di mancato versamento dell'IVA nello Stato di “prima” immissione in consumo secondo la normativa IVA.

Leggi dopo

Esportazioni: esenzione IVA, effettiva uscita delle merci dalla UE e rispetto del principio di proporzionalità

07 Maggio 2019 | di Giovambattista Palumbo

CGUE

IVA comunitaria

In una situazione nella quale è dimostrato che le condizioni sostanziali dell’esenzione IVA, tra cui, in particolare, quella che richiede l’uscita effettiva dal territorio dell’Unione dei beni interessati, sono soddisfatte, la qualificazione di un’operazione quale cessione all’esportazione non può dipendere dal vincolo dei beni al regime doganale dell’esportazione. Vero è che spetta agli Stati membri fissare le condizioni in presenza delle quali essi esentano le operazioni di esportazione, ma, nell’esercizio dei loro poteri, gli stessi Stati membri devono comunque rispettare i principi generali del diritto dell’Unione, tra i quali figura, in particolare, il principio di proporzionalità.

Leggi dopo

La CGUE fa luce sulla detrazione dell'imposta assolta a monte e la sua limitazione

31 Luglio 2018 | di Fabio Gallio, Valeria D'Alessandro

CGUE

IVA comunitaria

La Corte di Giustizia Ue con la Sentenza C-8/17, ha ribadito il principio per cui qualora a seguito di un accertamento fiscale venisse dichiarata la debenza di una maggiore IVA, il termine entro il quale può essere esercitato, legittimamente, il diritto alla detrazione non decorrerebbe dalla ricezione della fattura originaria bensì dalla data di emissione dei documenti di rettifica.

Leggi dopo

A determinate condizioni è "cessione" la consegna del bene oggetto di leasing

29 Novembre 2017 | di Stefano Loconte, Corrado Gallo

CGUE

IVA comunitaria

Rientra tra le “cessioni di beni” soggette ad IVA, la consegna materiale di un bene relativa a un contratto con opzione d'acquisto che prevede la locazione per un dato periodo o la vendita a rate di un bene, accompagnate dalla clausola in base alla quale “la proprietà è normalmente acquisita al più tardi all'atto del pagamento dell'ultima rata” (art. 14, 14, paragrafo 2, lettera b), Direttiva 2006/112/CE), qualora dal contratto si evinca che l'opzione sia l'unica scelta economica razionale per il locatario al termine della locazione. Tale valutazione spetta al giudice nazionale.

Leggi dopo

IVA di gruppo anche se la controllante è una società di persone

24 Marzo 2016 | di Stefano Mazzocchi

Cass. civ.

IVA comunitaria

La questione sottoposta all'esame delle Sezioni Unite della Corte attiene all'applicabilità del regime dell'IVA di gruppo nel caso in cui la società controllante sia una società di persone, concludendo che il regime speciale non sia precluso in tale ipotesi.

Leggi dopo