Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata su Imposta di registro

La responsabilità del notaio nell'ambito della liquidazione telematica dell'imposta di registro

28 Maggio 2021 | di Giovambattista Palumbo

Cass. Civ.

Imposta di registro

In tema di imposta di registro, il notaio rogante che, in sede di rogito di compravendita immobiliare si sia avvalso della procedura di registrazione telematica, non è sostituto di imposta, ma responsabile d'imposta, e i soggetti obbligati al pagamento del tributo restano quindi comunque le parti sostanziali dell'atto, alle quali, in caso d'inadempimento, è legittimamente notificato l'avviso di liquidazione per il pagamento delle imposte supplementari di registro, ipotecaria e catastale.

Leggi dopo

Registro in misura fissa per la sentenza di condanna di somme soggette ad Iva, anche se esenti

13 Aprile 2021 | di Francesco Brandi

Cass. civ., sez. trib.

Imposta di registro

La sentenza di condanna contro debitore e fideiussore per la restituzione di prestiti soggetti a Iva, ancorché esenti, è soggetta a imposta di registro in misura fissa. Il conseguimento da parte del creditore di un unico titolo esecutivo giustifica, infatti, l'identità del prelievo fiscale per entrambe le categorie. Lo ha sancito la Corte di cassazione che, con l'ordinanza n. 242 del 12 gennaio 2021, ha accolto il ricorso di una banca.

Leggi dopo

La sentenza costitutiva ex art. 2932 c.c. va tassata con imposta proporzionale

04 Gennaio 2021 | di Francesco Brandi

Cass. civ. sez. trib.

Imposta di registro

La sentenza ex art. 2932 c.c., che abbia disposto il trasferimento di un immobile in favore del promissario acquirente, subordinatamente al pagamento del corrispettivo pattuito, è soggetta ad imposta proporzionale e non in misura fissa, anche se ancora impugnabile, trovando applicazione l'art. 27 del d.P.R. n. 131 del 1986, alla stregua del quale non sono considerati sottoposti a condizione sospensiva gli atti i cui effetti dipendano dalla mera volontà dell'acquirente ovvero dall'iniziativa unilaterale del promittente acquirente.

Leggi dopo

Profili di incostituzionalità della disciplina in tema di riqualificazione ai fini dell'imposta di registro

18 Novembre 2019 | di Giovambattista Palumbo

Cass. Civ.

Imposta di registro

La Corte di Cassazione ha sempre seguito l'interpretazione, poi smentita dal Legislatore, secondo cui, al contrario di quanto oggi stabilito dall'attuale formulazione dell'art. 20 del d.P.R. n. 131/86, la qualificazione dell'atto secondo parametri di tipo sostanzialistico, e non nominalistico, comporta la necessaria considerazione anche di elementi esterni all'atto e, in particolare, anche di elementi desumibili da atti collegati con quello presentato alla registrazione. La Suprema Corte solleva dunque dubbi di legittimità costituzionale di una disposizione che vieti la qualificazione giuridica dell'atto (anche) in ragione di atti collegati, laddove tale tipo di interpretazione si porrebbe in contrasto con l'art. 53 e 3 della Costituzione.

Leggi dopo

Imposta di registro proporzionale per il decreto ingiuntivo ottenuto dal fideiussore nei confronti del debitore

25 Settembre 2019 | di Aldo Natalini

Cass. civ., SS.UU., 4 giugno 2019, n. 18520

Imposta di registro

In tema di imposta di registro, il decreto ingiuntivo ottenuto nei confronti del debitore inadempiente dal garante che abbia stipulato una polizza fideiussoria in favore dell'erario e che sia stato escusso dal creditore, è soggetto all'imposta con aliquota proporzionale...

Leggi dopo

Intrinseca natura ed effetti giuridici dell'atto presentato alla registrazione: valore in-terpretativo della novella e refluenze applicative

08 Aprile 2019 | di Davide Giovanni Pintus

CTR Emilia Romagna

Imposta di registro

L'applicazione dell'imposta di registro prescinde dal nomen iuris dato dalle parti all'atto, e chiede invece di verificare quale sia la reale causa concreta del negozio soggetto a tassazione, dovendosi applicare le imposte in base all'effetto pratico che è stato conseguito dall'atto stesso e non già in base alla qualificazione autonomamente data dalle parti, ciò anche a prescindere dall'intento elusivo.

Leggi dopo

Imposta di registro dovuta nella ricognizione di debito: nuove indicazioni dalla Cassazione

05 Settembre 2018 | di Stefano Pasetto

Cass. civ., sez. trib.

Imposta di registro

Il contributo, prendendo spunto dall'ordinanza della Suprema Corte di Cassazione n. 481/2018, approfondisce i motivi per i quali a un atto di ricognizione di debito ex art. 1988 c.c. debba soggiacere sempre a imposta di registro in "misura fissa" e non, come sovente preteso dall'Agenzia delle Entrate (anche sulla scorta di pronunce di legittimità più risalenti a quella in commento), in "misura proporzionale".

Leggi dopo

Contraddittorio preventivo in materia di imposta di registro pre e post Legge di bilancio 2018

04 Giugno 2018 | di Rebecca Amato

Cass. civ.

Imposta di registro

In materia di imposta di registro, nell'ipotesi di riqualificazione giuridica di atti negoziali tra loro collegati ex articolo 20 del d.P.R. n. 131/1986, il contraddittorio preventivo è obbligatorio, tanto a seguito della modifica introdotta al predetto articolo 20 con la Legge di Bilancio 2018 (L. n. 205, del 27 dicembre 2017, articolo 1, comma 87, lett. a, in vigore dal 1 gennaio 2018).

Leggi dopo

Trasferimento di immobili in piani urbanistici particolareggiati: l'agevolazione non decade con il venir meno dell'edificabilità

21 Marzo 2018 | di Francesco Brandi

Cass. civ.

Imposta di registro

In tema di agevolazioni tributarie, il beneficio di assoggettamento all'imposta di registro nella misura dell'1% ed alle imposte ipotecarie e catastali in misura fissa per i trasferimenti di immobili situati in aree soggette a piani urbanistici particolareggiati, comunque denominati, si applica a condizione che l'utilizzazione edificatoria avvenga entro 5 anni dall'acquisto.

Leggi dopo

Scrittura privata di trasferimento immobiliare: opponibile al fisco quando acquisisce data certa

08 Maggio 2017 | di Pier Paolo Muià

Cass. civ., sez. trib., 24 marzo 2017, n. 7621

Imposta di registro

In tema di imposta di registro, nella valutazione dei beni trasferiti con scrittura privata non autenticata, deve farsi riferimento al momento in cui la scrittura privata ha acquistato data certa ai sensi dell'art. 2704 c.c., quindi alla data della sua registrazione e non a quella della sua sottoscrizione.

Leggi dopo

Pagine