Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata su Domicilio fiscale

Presupposti di individuazione della residenza fiscale

23 Agosto 2021 | di Giovambattista Palumbo

Cass. Civ., sez. trib.

Domicilio fiscale

Ai fini della individuazione della residenza fiscale ciò che rileva è l'esistenza di un criterio di collegamento fisico tra il contribuente e il territorio dello Stato, che non si esaurisce nella localizzazione in Italia della sola residenza anagrafica, ma investe anche la prova del domicilio, laddove i criteri di collegamento tra persona fisica e territorio dello Stato della residenza e del domicilio sono tra di loro alternativi. Assume inoltre rilevanza anche il concetto di riconoscibilità del domicilio da parte dei terzi, riconoscibilità che va individuata in relazione alla gestione degli interessi e degli affari economico-patrimoniali. E tra gli elementi di fatto utili ad individuare la residenza fiscale vi sono anche le cariche ricoperte in enti e società o l'apertura di conti correnti.

Leggi dopo

Residenza fiscale: prevale il luogo di radicamento dei legami di natura personale su quelli professionali

26 Gennaio 2018 | di Mario Giannotta

CTR Campania, Salerno

Domicilio fiscale

Nella comparazione tra gli interessi di natura personale e professionale di un soggetto anagraficamente non residente in Italia, che ivi collochi parte dei suoi interessi di natura professionale, si presume che la “residenza normale” sia quella del luogo dei legami personali, cui deve riconoscersi preminenza in conformità ai principi di derivazione comunitaria e al prevalente orientamento della giurisprudenza di legittimità.

Leggi dopo