Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata su Dogane

Le spese di trasporto delle merci importate e l'influenza delle clausole Incoterms® sul valore di transazione in dogana ai fini daziari

28 Luglio 2021 | di Gabriele Damascelli

CGUE

Dogane

Con la sentenza del 22 aprile 2021 nella causa C-75/20, la Corte di Giustizia ha affermato l'esclusione, dalla determinazione del valore di transazione in dogana, delle spese di trasporto delle merci oggetto di vendita, di cui all'art. 71 par. 1 lett. e), i), del Codice Doganale dell'Unione, sopportate dal venditore fino al luogo della loro introduzione nel territorio doganale dell'UE qualora queste, in base alle condizioni di vendita pattuite, siano già incluse nel prezzo della merce, allorché tale prezzo corrisponda al valore reale ed effettivo di dette merci e non già ad un valore arbitrario ed astratto.

Leggi dopo

La clausola generale di equità al fine del rimborso dei dazi in situazioni eccezionali. Il punto della Corte di Giustizia

30 Marzo 2021 | di Gabriele Damascelli

Corte di Giustizia

Dogane

L'articolo 239, paragrafo 1, del Codice doganale comunitario (CDC) n. 2913/92, va interpretato nel senso che un operatore economico può chiedere il rimborso dei dazi doganali che ha pagato quando si trova in una situazione particolare e non vi è negligenza da parte sua e, il fatto che le merci oggetto di importazione siano state riesportate in un paese terzo senza entrare nel circuito economico dell'Unione, non è sufficiente per dimostrare che tale operatore economico si trovava in una situazione particolare (eccezionale). A medesime conclusioni si addiviene quando l'imposizione dei dazi doganali deriva da un errore relativo alle informazioni contenute nel sistema informatico di tale operatore economico, dal momento che tale errore avrebbe potuto essere evitato se tale operatore avesse tenuto conto delle condizioni che figuravano nell'autorizzazione (al perfezionamento attivo) che gli era stata concessa.

Leggi dopo

Tributi doganali: ne risponde solidalmente lo spedizioniere, quale rappresentante indiretto

03 Settembre 2019 | di Aldo Natalini

Cass. civ., sez. trib.

Dogane

Lo spedizioniere doganale, ai sensi degli artt. 201 e 202 del Regolamento (CEE) n. 2913/1992 (codice doganale comunitario) e dell'art. 12 del D.Lgs n. 374/1990, risponde - solidalmente col soggetto proprietario per conto del quale presenta le merci - di tutti i dazi, le imposte e gli accessori dovuti, a qualsiasi titolo, in relazione all'operazione commerciale, con gli interessi relativi....

Leggi dopo

Royalties: daziabilità condizionata al requisito del controllo

13 Luglio 2018 | di Daria Pastorizia

Cass. civ.

Dogane

Ai fini della determinazione del valore doganale di prodotti fabbricati in base a modelli e con marchi oggetto di contratto di licenza che siano importati dalla licenziataria, il corrispettivo delle royalties va aggiunto al valore di transazione qualora il titolare dei diritti immateriali sia dotato di poteri di controllo sulla scelta del produttore e sulla sua attività e sia il destinatario dei corrispettivi dei diritti di licenza. È questo il principio di diritto con cui la Corte di Cassazione, con la sentenza 6 aprile 2018, n. 8473, forma il primo orientamento di legittimità sul punto. Ponendosi in linea di continuità con quanto espresso dalla Corte di Giustizia nella causa C-173/15, la Suprema Corte offre per la prima volta la propria interpretazione circa la controversa nozione di controllo e la sua rilevanza ai fini della daziabilità delle royalties e, pur pronunciandosi sulla normativa previgente, traccia una linea d'indirizzo valevole anche nella vigenza del nuovo Codice doganale dell'Unione.

Leggi dopo