Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata su Accertamento induttivo

Accertamento induttivo-extracontabile: legittimo se l'inventario omette le merci presenti in magazzino per categorie omogenee

07 Ottobre 2021 | di Francesco Spina

Cass. civ.

Accertamento induttivo

Per effetto dell'art. 15 comma 2 del d.P.R. n. 600/73, l'inventario deve riportare le merci presenti in magazzino per categorie omogenee: in mancanza, si verifica una inattendibilità della contabilità tale da legittimare l'accertamento induttivo-extracontabile.

Leggi dopo

Il riconoscimento dei costi in caso di accertamento induttivo

04 Maggio 2021 | di Giovambattista Palumbo

Cass. Civ.

Accertamento induttivo

In tema di accertamento delle imposte sui redditi, nel caso di omessa dichiarazione da parte del contribuente, l'Amministrazione finanziaria può ricorrere a presunzioni cd. supersemplici, anche prive, cioè, dei requisiti di gravità, precisione e concordanza, che comportano l'inversione dell'onere della prova a carico del contribuente, ma deve, comunque, determinare, sia pure induttivamente, i costi relativi ai maggiori ricavi accertati, pena la lesione del parametro costituzionale della capacità contributiva. Il fisco deve quindi ricostruire il reddito, tenendo conto anche delle componenti negative emerse dagli accertamenti compiuti ovvero, in difetto, determinandole induttivamente e/o presuntivamente, al fine di evitare che venga sottoposto a tassazione il profitto lordo, anziché quello netto.

Leggi dopo

Ricostruzione induttiva del reddito imponibile

28 Maggio 2020 | di Giuseppe Durante

Cass. Civ., 16 marzo 2020, n. 7290

Accertamento induttivo

In caso di ricostruzione induttiva del reddito è ammesso il calcolo della percentuale di ricarico stabilita dall'esercente prendendo in considerazione solo un campione significativo di merci attraverso cui l'Ufficio può applicare la media semplice e non quella ponderata. Inoltre, l'inattendibilità complessiva delle scritture contabile determinata da omissione, falsità, incertezza nella loro tenuta legittima l'ufficio impositore all'accertamento induttivo del reddito imponibile fondato su presunzioni anche prive dei requisiti di gravità, precisione e concordanza.

Leggi dopo

Utilizzabili gli elementi in fatto risultanti dalla c.d. lista Pessina

21 Febbraio 2020 | di Angelo Ginex

Cass. civ.

Accertamento induttivo

In tema di accertamento tributario, è legittima l'utilizzazione di qualsiasi elemento con valore indiziario, anche acquisito in modo irrituale, ad eccezione di quelli la cui inutilizzabilità discende da specifica previsione di legge e salvi i casi in cui venga in considerazione la tutela di diritti fondamentali di rango costituzionale.

Leggi dopo

Rinuncia “diffusa e sistematica” ai compensi per le prestazioni professionali: valido l'accertamento induttivo

13 Giugno 2018 | di Francesco Spina

Cass. civ.,

Accertamento induttivo

L'elevato numero di prestazioni gratuite rese dal professionista nei confronti di terzi clienti e la complessità delle stesse, sono elementi idonei a far ritenere inattendibile la contabilità e, conseguentemente, a consentire di procedere con l'accertamento induttivo ai sensi dell'articolo 39, comma 2, del d.P.R. n. 600/1973.

Leggi dopo

Accertamento nullo prima dei 60 giorni dall'ispezione eseguita dalla Guardia di Finanza

10 Gennaio 2018 | di Enzo Di Giacomo

Cass. civ.

Accertamento induttivo

L'accertamento emesso dall'Ufficio prima del termine di sessanta giorni dall'ispezione eseguita dalla Guardia di Finanza, al fine di verificare il rilascio dello scontrino/ricevuta, è illegittimo. Il termine di cui sopra decorre solo dal rilascio di copia del processo verbale di chiusura delle operazioni in caso di accesso o ispezione dei locali dell'impresa.

Leggi dopo

Il rifiuto di esibire i documenti al Fisco ne impedisce l'utilizzabilità a favore del contribuente

07 Giugno 2017 | di Antonio Scalera

Cass. civ., sez. trib., 28 aprile 2017, n. 10527

Accertamento induttivo

La dichiarazione del contribuente di non possedere libri, registri, scritture e documenti, specificamente richiestigli dall'Amministrazione finanziaria nel corso di un accesso, preclude la valutazione degli stessi in suo favore in sede amministrativa o contenziosa e rende legittimo l'accertamento induttivo, solo ove sia non veritiera, cosciente, volontaria e dolosa, così integrando un sostanziale rifiuto di esibizione diretto ad impedire l'ispezione documentale.

Leggi dopo

Prospetto delle rimanenze e accertamento induttivo

15 Maggio 2017 | di Francesco Brandi

Cass. civ., sez. trib.

Accertamento induttivo

Una valutazione delle rimanenze effettuata in maniera complessiva e non analitica, come prescritto dall'art. 15, comma 2 del d.P.R. n. 600/1973: l'Amministrazione Finanziaria può utilizzare presunzioni cc.dd. “supersemplici”, prive dei caratteri di gravità, precisione e concordanza.

Leggi dopo

Saldo negativo di cassa e accertamento induttivo

06 Marzo 2017 | di Francesco Brandi

Cass. civ.

Accertamento induttivo

In tema di accertamento induttivo del reddito d'impresa, la sussistenza di un saldo negativo di cassa, oltre a costituire un'anomalia contabile, fa presumere l'esistenza di ricavi non dichiarati in misura almeno pari al disavanzo.

Leggi dopo