Focus

Focus

Sharing economy: un nodo ancora irrisolto

16 Dicembre 2021 | di Elisa Manoni

Regimi contabili e fiscali

I servizi resi tramite l'utilizzo di piattaforme digitali escono dagli schemi delle tradizionali categorie reddituali che devono essere assolutamente ripensate. Ed in attesa di una codificazione che sembra sempre più lontana (seppur non sia oramai più procrastinabile), si cercherà di mettere in luce gli aspetti fondamentali di tale forma di “economia digitale”, prendendo le mosse proprio dalla proposta di legge A.C. 3564, presentata il 27 gennaio 2016.

Leggi dopo

Motivazione atto impositivo e decadenza in tema ICI

14 Dicembre 2021 | di Domenico Chindemi

IMU

Vengono illustrati criteri motivazionali dell'atto impositivo in tema di ICI e i termini di decadenza e prescrizione dell'Ente locale.

Leggi dopo

La riforma del catasto: criticità del sistema e nuovi scenari

07 Dicembre 2021 | di Giuseppe Durante

Catasto

Sembra ormai improcrastinabile la tanto discussa riforma del Catasto. Non a caso, nella Legge delega del 5 ottobre 2021, n. 39 si è tornato a parlare di revisione del sistema fiscale e di riforma del catasto e degli strumenti di mappatura degli immobili con il chiaro intento di mettere finalmente mani all'attuale situazione catastale che necessita, già da tempo, di una radicale riforma.

Leggi dopo

Il rimborso spese al dipendente in “smart working” possono non essere tassate in capo allo stesso soggetto

03 Dicembre 2021 | di Fabio Gallio

IRPEF

Con risposta ad interpello del 24 maggio 2021, n. 371, l’Agenzia delle Entrate si è espressa in merito alla tassazione del costo della connessione internet con dispositivo mobile (c.d. "chiavetta internet") e dell'abbonamento al servizio dati domestico rimborsato dal datore di lavoro al proprio dipendente nell’ambito di un programma sperimentale di lavoro agile (smart working) di cui alla legge n. 81/2017.

Leggi dopo

Il contrasto giurisprudenziale sull'addizionale regionale per i dirigenti del settore finanziario

02 Dicembre 2021 | di Massimo Romeo

azioni e quote

Il contrasto giurisprudenziale, sia sotto il profilo oggettivo che soggettivo, circa l'applicazione dell'addizionale del 10% sugli emolumenti variabili corrisposti a dirigenti e collaboratori che operano nel settore finanziario sotto forma di bonus e stock options.

Leggi dopo

Agevolazione “prima casa under 36”, i primi chiarimenti applicativi forniti dall'Amministrazione Finanziaria

29 Novembre 2021 | di Angelo Flaccavento

Agenzia delle Entrate

Prima casa

Con la circolare n. 12/E del 14.10.2021, l'Agenzia delle Entrate – Direzione Centrale Coordinamento Normativo, ha fornito i primi chiarimenti in ordine all'applicazione dell'agevolazione introdotta dal D.L. 25 maggio 2021, n. 73, art. 64, commi 6 e segg. In particolare, l'A.F. ha fondatamente mutato il proprio orientamento in relazione alla “reviviscenza” della tassa ipotecaria; non appare, invece, convincente la posizione espressa con precipuo riferimento all'ipotesi di co-acquisto soggetto all'imposta di registro, perché, oltre a vanificare l'applicazione della provvidenza fiscale nell'ipotesi di unico trasferimento effettuato in favore di due soggetti, uno soltanto dei quali in possesso dei requisiti di legge, determina un'ingiustificata disparità di trattamento rispetto ai trasferimenti immobiliari dello stesso tipo assoggettati a IVA.

Leggi dopo

Debiti tributari: dagli incentivi previsti dal CCI e dal recente D.L. n. 118/2021 all'esdebitazione

22 Novembre 2021 | di Stanislao De Matteis

Riscossione coattiva

La collaborazione dell'imprenditore all'emersione anticipata della crisi viene incentivata con una serie di misure, da un lato, volte ad escludere alcune conseguenze negative (cfr. art. 12, 3° comma, CCI) e, dall'altro, volte a premiare il debitore per la gestione virtuosa della propria crisi. In quest'ultimo solco, si collocano gli artt. 24 e 25 CCI (destinati ad entrare in vigore il 31 dicembre 2023: cfr. art. 1 D.L. n. 118/2021, conv. con modifiche dalla l. n. 147/2021) che prevedono un serie di misure premiali volte ad incoraggiare l'imprenditore che utilizza tempestivamente le misure di allerta, come da attestazione a tale scopo rilasciata dal presidente dell'Organismo di composizione della crisi d'impresa (OCRI) ai sensi dell'art. 24, 2° comma, CCI.

Leggi dopo

Legge di Bilancio 2022: modifica alla disciplina del contributo unificato per l'iscrizione a ruolo processuale

17 Novembre 2021 | di Salvatore Labruna, Massimo Romeo

Contributo unificato

Modifica alla disciplina del contributo unificato per l'iscrizione a ruolo processuale, prevista dal testo della Legge di bilancio 2022 presentata in parlamento.

Leggi dopo

Trascrizione dell'accettazione tacita di eredità esente da imposta di bollo e tassa ipotecaria secondo l'indirizzo giurisprudenziale di merito prevalente

16 Novembre 2021 | di Massimo Romeo

Eredità giacente

È vivace il dibattito giurisprudenziale, che interessa in particolare la categoria dei notai, se alla trascrizione dell'accettazione tacita di eredità si debba o meno applicare il regime agevolativo previsto dall'articolo 10, comma 3 del d.lgs. 23/2011 (rubricato “Applicazione dei tributi nell'ipotesi di trasferimento immobiliare”) il quale prevede che “gli atti assoggettati all'imposta di cui ai commi 1 e 2 e tutti gli atti e le formalità direttamente conseguenti posti in essere per effettuare gli adempimenti presso il catasto ed i registri immobiliari sono esenti dall'imposta di bollo, dai tributi speciali catastali e dalle tasse ipotecarie e sono soggetti a ciascuna delle imposte ipotecaria e catastale nella misura fissa di euro cinquanta”.

Leggi dopo

Il regime fiscale della differenza da recesso da società di persone

10 Novembre 2021 | di Simone Marzo

Cass. Civ.

Regimi contabili e fiscali

Con l'ordinanza n. 24671 del 14 settembre 2021 la Cassazione si è pronunciata sugli effetti fiscali conseguenti al recesso di un socio da una società di persone. L'argomento non è del tutto nuovo, atteso che alcuni chiarimenti al riguardo erano già stati forniti dall'Agenzia delle Entrate nella risoluzione n. 64/E del 25 febbraio 2008, il cui contenuto è richiamato (e confermato) anche dai Giudici di legittimità; la pronuncia appare comunque interessante in quanto, oltre a confermare la posizione già espressa dall'Amministrazione Finanziaria, offre ulteriori chiarimenti su aspetti specifici della questione, con particolare riguardo al criterio di imputazione temporale applicabile nel caso di specie alle componenti reddituali connesse alla vicenda.

Leggi dopo

Pagine