Focus

Focus

Notifica del provvedimento impositivo

06 Aprile 2022 | di Domenico Chindemi

Comunicazioni e notificazioni

Vengono analizzate le modalità di notifica dell'atto impositivo sia alle persone fisiche che alle persone giuridiche e le modalità della notifica in caso di irreperibilità relativa o assoluta e di notifica a mezzo posta.

Leggi dopo

Gli illeciti penali nelle procedure da sovraindebitamento

29 Marzo 2022 | di Giancarlo Marzo, Corrado Gallo

Omessa dichiarazione

La congiuntura negativa dell'ultimo biennio ha reso imprescindibile il ricorso agli strumenti di composizione della crisi debitoria. In tale contesto, le procedure da sovraindebitamento introdotte dalla l. n. 3/2012, recentemente mutuate nel nuovo Codice della crisi d'impresa e dell'insolvenza (in vigore dal 16 maggio prossimo), consentono ai debitori in affanno di porre rimedio alle situazioni critiche non soggette né assoggettabili alle procedure concorsuali ordinarie, al fine di ottenere la definitiva esdebitazione. Nell'accesso a tali procedure è importante che i principali attori conducano il gioco mettendo in atto condotte corrette, al fine di evitare l'insorgenza di gravi responsabilità penali.

Leggi dopo

Trattamento dell’addizionale provinciale all’accisa sull’energia elettrica indebitamente corrisposta dai consumatori finali

23 Marzo 2022 | di Lorenzo Rossi , Angelo Sica

Accise

L’incompatibilità delle addizionali provinciali all’accisa sull’energia elettrica con la normativa comunitaria ha attribuito il diritto degli utenti finali che hanno pagato le suddette addizionali (generalmente riaddebitate dal fornitore in bolletta) sino al 2011 a richiedere il rimborso di quanto indebitamente versato ai fornitori di energia elettrica sino all’abrogazione di tale tributo. Il presente contributo intende approfondire le conseguenze relative alla soppressione di tale addizionale provinciale, con particolare riferimento al diritto al rimborso di tale tributo, sia da parte del fornitore che da parte del consumatore finale, la decadenza e la prescrizione di tale diritto, nonché il trattamento del credito da rimborso nelle procedure concorsuali.

Leggi dopo

Quando si applica il cumulo giuridico delle sanzioni?

18 Marzo 2022 | di Domenico Chindemi

Sanzioni

In tema di cumulo di sanzioni, trova applicazione l'art. 12 del d.lgs. n. 472 del 18 dicembre 1997 (come sostituito dall'art. 2, comma 1, lett. e), del d.lgs. n. 203 del 5 giugno 1998, e successivamente modificato dall'art.2, comma 1, lett. a), del d.lgs. n. 99 del 30 marzo 2000); ai sensi di tale norma, il principio del cumulo materiale, che prevede la sommatoria di tante sanzioni quante sono le violazioni, risulta derogato a favore del contribuente dal cd. cumulo giuridico che consente l'applicazione di una sola sanzione maggiorata...

Leggi dopo

Variazioni in diminuzione IVA nella crisi d'impresa: l'Agenzia delle Entrate non risolve tutti i dubbi

16 Marzo 2022 | di Giulio Andreani, Angelo Tubelli

IVA

L'Agenzia delle Entrate ha commentato le novità legislative introdotte con l'art. 18 D.L. 73/2021 (c.d. Decreto Sostegni bis) mediante la circolare 29 dicembre 2021, n. 20/E, con la quale ha fornito importanti chiarimenti di natura strettamente operativa, senza tuttavia affrontare la tematica “di fondo” sollevata sul tema dalla Corte di cassazione negli ultimi anni alla luce dei princìpi affermati dalla Corte di Giustizia UE, circa la conformità della disciplina contenuta nell'art. 26 con le disposizioni di matrice europea che regolano il tributo armonizzato.

Leggi dopo

La sanatoria dei crediti di imposta per attività di R&S: prime riflessioni sull’applicazione della misura agevolativa

14 Marzo 2022 | di Angelo Flaccavento

Crediti d'imposta per società di persone

Con l’art. 5, commi da 7 a 12, del d.l. 21 ottobre 2021, n. 146 (in G.U. 21.10.2021, n. 252), è stata introdotta una sanatoria rivolta ai crediti di imposta per ricerca e sviluppo, disciplinati dall’art. 3 del d.l. 23 dicembre 2013, n. 145, maturati nei periodi di imposta 2015 – 2019 e già utilizzati in compensazione al momento dell’entrata in vigore della misura agevolativa (22.10.2021). La formulazione della disposizione di legge suscita dubbi in ordine all’individuazione del perimetro applicativo della misura, ovvero delle fattispecie sanabili; con ciò che deriva sulla qualificazione del credito come non spettante, ovvero come inesistente.

Leggi dopo

Omesso versamento con soglie dilatate

08 Marzo 2022 | di Giancarlo Marzo, Pietro Falchini

Omessa dichiarazione

Delineati i confini della particolare tenuità in relazione al reato di omesso versamento di imposte. Tolleranza fino a 274.999 euro. Con la sentenza n. 2236, depositata il 20 gennaio 2022, la Terza sezione penale della Cassazione ha ritenuto inapplicabile al reato di omesso versamento di IVA...

Leggi dopo

Profili applicativi in tema di esterovestizione

02 Marzo 2022 | di Giovambattista Palumbo

Agenzia delle Entrate

Esterovestizione

La disciplina dell'esterovestizione consente all'Amministrazione finanziaria di presumere, salvo prova contraria, l'esistenza nel territorio dello Stato della sede dell'amministrazione di società ed enti che detengono direttamente partecipazioni di controllo in società di capitali ed enti commerciali residenti in Italia, quando, alternativamente sono controllati, anche indirettamente da soggetti residenti nel territorio dello Stato o sono amministrati da un consiglio di formato in prevalenza da consiglieri residenti nel territorio dello Stato. Se la società non detiene partecipazioni in società italiane e non svolge funzioni di holding la presunzione non si può comunque applicare.

Leggi dopo

La posizione della Corte di Giustizia sugli obblighi di monitoraggio

22 Febbraio 2022 | di Liliana Peruzzu

Operazioni con l’estero

Con sentenza del 27 gennaio 2022, causa C-788/19, la Corte di Giustizia ha censurato la normativa spagnola relativa all'obbligo, per i soggetti residenti, di presentare il c.d. “Modello 720” (equipollente spagnolo al quadro RW della dichiarazione italiana). In particolare, la Corte, a seguito di un esame delle conseguenze, anche sotto il profilo sanzionatorio, derivanti dall'inosservanza degli obblighi dichiarativi prescritti dall'ordinamento iberico, ha ritenuto che le misure adottate eccedessero quanto necessario al perseguimento degli obiettivi di tutela dei controlli fiscali e di contrasto all'evasione e all'elusione fiscale e ha, quindi, concluso per la contrarietà delle stesse rispetto al principio di libera circolazione dei capitali.

Leggi dopo

Prorogato e rivisto il credito per spese di ricerca e sviluppo

09 Febbraio 2022 | di Saverio Capolupo

Legge di Bilancio 2022

Crediti d'imposta per società di persone

Con la legge di bilancio per il 2022 è stato rivisto il regime delle spese di ricerca e sviluppo. L’attribuzione del credito d’imposta è stata sostanzialmente prorogata sia pure con termini temporali diversi. Il beneficio relativo alle spese della ricerca e sviluppo è stato prorogato fino 2031 mentre per quello relativo alle spese di innovazione tecnologica e del design la proroga è stata limitata fino al periodo d’imposta 2025 incluso. È da segnalare, inoltre, una modifica, in diminuzione, della percentuale di deducibilità. Non è stata confermata la maggiorazione per le spese sostenute dalle imprese operanti nel Mezzogiorno. Il credito d’imposta non è compensabile e va imputato al periodo d’imposta in cui è stato fatto l’investimento.

Leggi dopo

Pagine