Focus

Focus su Processo telematico

Sintesi della giurisprudenza in tema di cartelle di pagamento “digitali” dopo le modifiche apportate dal D.Lgs n. 159/2015

01 Settembre 2021 | di Massimo Romeo

Processo telematico

Il percorso di digitalizzazione, in generale, degli atti della Pubblica Amministrazione e, in particolare, la possibilità per gli Uffici tributari e per l'agente della riscossione di emettere e notificare con modalità informatizzata i propri atti impoesattivi nonché quelli tipici del procedimento di riscossione, non è rimasto indenne da “nuove” contestazioni mosse dai contribuenti che hanno adito il giudice sollevando vizi sia quanto alla forma degli atti che alla loro modalità di notifica.

Leggi dopo

Vicende organizzative della videoudienza nel processo tributario

12 Aprile 2021 | di Vincenzo Busa

Art. 6, D.L. 1 aprile 2021, n. 44
Art. 27, D.L. 28 ottobre 2020 n. 137, conv. in L. 18/12/2020, n. 137

Processo telematico

La proroga al 31 luglio 2021 delle disposizioni emergenziali dettate per il processo tributario dall'art. 27 del D.L. n. 137/2020, disposta dall'art. 6 del D.L. n. 44/2021, ripropone all'attenzione degli operatori la questione della operatività della videoudienza, tuttora non adeguatamente risolta nella maggior parte delle 124 Commissioni tributarie.

Leggi dopo

Udienze a distanza nel processo tributario: la convivenza delle regole emergenziali del D.L. 137/2020 con quelle previste a regime dal D.D. 46/2020

04 Marzo 2021 | di Aurelio Parente

Processo telematico

Lo svolgimento a distanza delle udienze pubbliche o camerali del processo tributario è disciplinato dall'art. 16, c. 4, della Legge n. 136/2018, secondo il quale esso può avvenire mediante collegamento audiovisivo tale da assicurare la contestuale, effettiva e reciproca visibilità, equiparando il luogo dove avviene il collegamento da remoto all'aula di udienza. Per tutta la durata del periodo emergenziale in atto, questa disposizione deve convivere con le speciali misure previste dalle norme intervenute nella medesima materia, quale l'art. 27 del D.L. n. 137/2020, secondo cui lo svolgimento delle udienze con collegamento da remoto è autorizzato, secondo la rispettiva competenza, con decreto motivato del Presidente della Commissione Tributaria provinciale o regionale.

Leggi dopo

L'udienza tributaria ancora in emergenza: qualche spunto di ordine pratico

24 Febbraio 2021 | di Marco Ligrani

Art. 27

Processo telematico

Il perdurare dello stato di emergenza, prorogato fino al 30 aprile, ha trascinato con sé l'eccezionalità del rito introdotto dall'articolo 27 del decreto “ristori” (D.L. n. 137/2020) e, dunque, dell'udienza sulla base degli atti, ovvero a trattazione scritta. Dopo una fase di prima applicazione della norma, solo alcune commissioni hanno fissato le udienze da remoto come indicato dal primo comma della norma, mediante l'applicativo Skype for Business messo a disposizione dal MEF. Nella maggior parte dei casi, invece, le udienze proseguono in forma scritta senza la presenza delle parti, in base alla doppia modalità indicata dal secondo comma. Lasciando da parte, in questa sede, le pur doverose considerazioni sul vulnus del diritto alla difesa, focalizziamo l'attenzione su qualche consiglio di ordine pratico, nel pieno del rito emergenziale.

Leggi dopo

Udienze a distanza nel processo tributario: la convivenza delle regole emergenziali del D.L. 137/2020 con quelle previste a regime dal D.D. 46/2020

30 Novembre 2020 | di Aurelio Parente

Processo telematico

Lo svolgimento a distanza delle udienze pubbliche o camerali del processo tributario è disciplinato dall'art. 16, c. 4, della Legge n. 136/2018, secondo il quale esso può avvenire mediante collegamento audiovisivo tale da assicurare la contestuale, effettiva e reciproca visibilità, equiparando il luogo dove avviene il collegamento da remoto all'aula di udienza. Per tutta la durata del periodo emergenziale in atto, questa disposizione deve convivere con le speciali misure previste dalle norme intervenute nella medesima materia, quale l'art. 27 del D.L. n. 137/2020, secondo cui lo svolgimento delle udienze con collegamento da remoto è autorizzato, secondo la rispettiva competenza, con decreto motivato del Presidente della Commissione Tributaria provinciale o regionale.

Leggi dopo

Ultime misure governative volte al contenimento della diffusione contagiosa “COVID-19” che impattano sulla giustizia tributaria

11 Novembre 2020 | di Domenico Chindemi, Salvatore Labruna

D.L. 28 ottobre 2020, n. 137
D.P.C.M. 3 novembre 2020
MEF, Decreto, 6 novembre 2020, n. 44
Delibera C.P.G.T., 10 novembre 2020, n 1230

Processo telematico

L’art. 27 del Decreto-Legge 28 ottobre 2020, n. 137, c.d. “Decreto Ristori”, è rubricato: “Misure urgenti relative allo svolgimento del processo tributario”. Dopo aver impartito, quindi, con il precedente articolo 23, più generali “Disposizioni per l'esercizio dell'attività giurisdizionale nella vigenza dell'emergenza epidemiologica da COVID-19”, il legislatore ha disciplinato l’attività giudiziaria tributaria con un apposito e puntuale articolato, senza ricorrere a rinvii (fissi o dinamici) verso discipline proprie di altre giurisdizioni.

Leggi dopo

La prova della notifica del ricorso telematico: il formato del file e l'ipotesi cartacea

24 Luglio 2020 | di Marco Ligrani

CTP Napoli 7 novembre 2019, n. 11657.pdf

Processo telematico

Quello della prova della notifica costituisce l'adempimento principale posto a carico del ricorrente, all'atto della costituzione in giudizio, la cui inosservanza è causa di inammissibilità del ricorso. L'avvento del processo tributario telematico ha, chiaramente, modificato la modalità con la quale questa prova va fornita, che da cartacea è diventata digitale. Due recenti sentenze della Commissione Tributaria Provinciale di Napoli hanno affrontato la questione, sotto il profilo sia dell'estensione del file telematico della notifica, che dell'eventualità in cui la prova digitale non possa essere fornita.

Leggi dopo

PTT: scatta l’obbligo dei depositi telematici mediante il Sistema di Giustizia Tributaria

01 Luglio 2019 | di Vincenzo Pisani

Processo telematico

Il Processo Tributario Telematico (PTT), dopo una fase in regime di facoltatività, diventa obbligatorio per i giudizi instaurati innanzi le Commissioni Tributarie di primo e secondo grado con ricorso/appello notificato a partire dal 1° luglio 2019. L’articolo 16 del D.L. 23 ottobre 2018, n. 119 convertito in legge 17 dicembre 2018, n. 136, modificando l’articolo 16-bis del D.Lgs. 31 dicembre 1992, n. 546 ha, infatti, stabilito che dal 1° luglio 2019, la notifica e il deposito degli atti processuali presso le segreterie delle Commissioni Tributarie sono eseguiti esclusivamente in modalità telematica. La predetta prescrizione normativa interviene a conclusione di una graduale estensione a livello nazionale di deposito facoltativo con le medesime modalità telematiche, che ha avuto inizio il 1° dicembre 2015 e si è conclusa il 15 luglio 2017.

Leggi dopo

Il 1° luglio il processo tributario diventa telematico

24 Giugno 2019 | di Marco Ligrani

Processo telematico

Il processo tributario telematico, noto con l’acronimo PTT, è diventato obbligatorio dal 1° luglio 2019. Da questa data, dunque, tutti i ricorsi e gli appelli dovranno essere notificati a mezzo p.e.c., con l’unica eccezione rappresentata dalle controversie, inferiori a tremila euro, per le quali i privati potranno continuare a utilizzare l’iter cartaceo. Al di fuori di questa ipotesi, dunque, quella telematica rappresenterà l’unica modalità ammissibile per tutti gli atti processuali; pertanto, da allora i ricorsi e gli appelli devono essere notificati e depositati unicamente in via telematica e così vale anche per tutti gli altri atti processuali, indipendentemente dal fatto che, nello stesso processo, sia stata utilizzata la modalità cartacea in epoca precedente al 1° luglio 2019.

Leggi dopo

Processo tributario telematico. Tanti codici per un “processo” senza Codice

03 Dicembre 2018 | di Giuseppe Rivetti, Umberto Gatto

Processo telematico

L’accelerazione impressa dal legislatore, con il D.L. 23 ottobre 2018 n. 119, alla telematizzazione del processo tributario impone una riflessione circa le corrispondenti prospettive e finalità. In proposito, risulta fondamentale la distinzione tra “processo” e “procedure” (assolte in forma telematica), poiché sebbene queste ultime agevolino l’operatività delle parti, non sono e non possono essere assimilabili a veri e propri interventi legislativi, idonei a incidere sul rito. In tale contesto l’assenza di rigorosità nella formulazione del testo legislativo, rischia di produrre la formazione di un rito parallelo (telematico) rispetto a quello tradizionale.

Leggi dopo

Pagine