Focus

Focus su Riscossione coattiva

Debiti tributari: dagli incentivi previsti dal CCI e dal recente D.L. n. 118/2021 all'esdebitazione

22 Novembre 2021 | di Stanislao De Matteis

Riscossione coattiva

La collaborazione dell'imprenditore all'emersione anticipata della crisi viene incentivata con una serie di misure, da un lato, volte ad escludere alcune conseguenze negative (cfr. art. 12, 3° comma, CCI) e, dall'altro, volte a premiare il debitore per la gestione virtuosa della propria crisi. In quest'ultimo solco, si collocano gli artt. 24 e 25 CCI (destinati ad entrare in vigore il 31 dicembre 2023: cfr. art. 1 D.L. n. 118/2021, conv. con modifiche dalla l. n. 147/2021) che prevedono un serie di misure premiali volte ad incoraggiare l'imprenditore che utilizza tempestivamente le misure di allerta, come da attestazione a tale scopo rilasciata dal presidente dell'Organismo di composizione della crisi d'impresa (OCRI) ai sensi dell'art. 24, 2° comma, CCI.

Leggi dopo

“Decreto sostegni”: misure sulla riscossione

26 Marzo 2021 | di Giancarlo Marzo, Liliana Peruzzu

Riscossione coattiva

Il D.L. 22 marzo 2021, n. 41 (c.d. Decreto Sostegni), di recente pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, contiene, tra le varie misure approvate a sostegno delle imprese e degli operatori economici, diverse disposizioni che involgono direttamente il comparto della riscossione.

Leggi dopo

Proroghe ad ampio spettro per l’attività di riscossione

01 Dicembre 2020 | di Giancarlo Marzo, Corrado Gallo

Decreto Legge 30 novembre 2020, n. 157
Decreto Legge 20 ottobre 2020, n. 129

Riscossione coattiva

Il protrarsi dell’emergenza epidemiologica ha allargato le maglie della congiuntura economica negativa dell’ultimo semestre, ragion per cui il Governo è nuovamente intervenuto adottando misure maggiormente contenitive all’attività di riscossione esattoriale. Con il Decreto Legge 20 ottobre 2020, n. 129 (Decreto Riscossioni) infatti, vengono prorogati al 31 dicembre 2020 i termini di notifica delle cartelle esattoriali originariamente previsti in scadenza entro il 15 ottobre 2020. Stand by per i pignoramenti di stipendi e salari fino al 31 dicembre 2020 e proroga biennale ai concessionari per i termini di notifica delle cartelle esattoriali in scadenza nel 2020.

Leggi dopo

Le garanzie pro parte creditoris: il soddisfacimento dell'interesse erariale

02 Novembre 2020 | di Daniela Mendola

Riscossione coattiva

La Pubblica Amministrazione opera al fine di soddisfare l'interesse erariale al recupero tempestivo delle somme dovute da ciascun contribuente. Tale obiettivo può essere raggiunto mediante il procedimento di riscossione volontaria, in base al quale il soggetto debitore spontaneamente provvede all'estinzione dell'obbligazione tributaria, mediante il versamento delle somme dovute. L'attività di versamento può essere rimessa anche ad un soggetto che svolge la funzione di “sostituto d'imposta” e, in tal caso, si tratta di riscossione “per ritenuta diretta”.

Leggi dopo

Riscossione coattiva dei crediti della P.A. ed opposizioni di merito

02 Settembre 2020 | di Stanislao De Matteis, Nicola Graziano, Domenico Pagliuca

Riscossione coattiva

La riscossione coattiva dei crediti della Pubblica Amministrazione si contraddistingue per il suo particolare tecnicismo e per la stratificazione legislativa che si è accumulata nel corso degli anni. Ad ogni modo, la disciplina del sistema della riscossione esattoriale risulta attualmente contenuta nel d.P.R. n. 602/1973, recante "Disposizioni sulla riscossione delle imposte sul reddito"; decreto decisamente modificato, rispetto alla sua versione originaria, dagli interventi normativi che si sono succeduti nel corso degli anni.

Leggi dopo

Accertamento e riscossione dei tributi in epoca di emergenza sanitaria da COVID-19

04 Giugno 2020 | di Roberto Succio

Riscossione coattiva

A seguito della pandemia dovuta alla diffusione del virus COVID-19, il legislatore tributario è ripetutamente intervenuto con molteplici provvedimenti omnibus, diretti a fronteggiare i problemi posti dall'emergenza in ogni settore dell'ordinamento; essi contengono svariate previsioni tributarie, anche in tema di disciplina della funzione di riscossione ed accertamento dei tributi e dei prelievi comunque dovuti dai contribuenti. Per vero, il sistema conosceva già una disposizione della quale poteva farsi applicazione con un semplice rimando da parte del legislatore dell'emergenza.

Leggi dopo

La Riscossione tributaria a mezzo ruolo: atti impugnabili, mancata costituzione ed onere probatorio dell'Ente fiscale

23 Aprile 2020 | di Salvatore Labruna, Ruggero Davide Labruna

Riscossione coattiva

Il termine “ruolo” viene da rotulus, ove gli amministratori dell'antica Roma elencavano tutti i soggetti appartenenti ad una categoria omogenea per essere destinatari di un medesimo trattamento; tali erano, ad esempio, i soldati -“arruolati” nell'esercito- cui competeva il medesimo trattamento economico; dai tempi di Diocleziano, 284-305, fino al X secolo, nell'Impero Romano d'Oriente, erano pagati con una moneta denominata “solidus” -termine successivamente corrottosi in “soldo”- da cui "soldato", "assoldare"...

Leggi dopo

Il credito per aggio del concessionario e ammissione allo stato passivo

17 Marzo 2020 | di Stanislao De Matteis

Riscossione coattiva

In attesa della decisione della Cassazione sul ricorso n. 19966/2015 r.g., deve ritenersi che l'aggio può essere ammesso al passivo alla sola condizione che la cartella sia stata notificata, irrilevante essendo se anteriormente o successivamente al fallimento.

Leggi dopo

L'accertamento esecutivo rafforza la riscossione dei tributi locali

20 Febbraio 2020 | di Giuseppe Durante

Riscossione coattiva

La legge di Bilancio 2020 L. n. 160 del 27 dicembre 2019 ha apportato modifiche sostanziali anche nel novero della Fiscalità Locale disponendo una serie di novità incisive non solo di carattere sostanziale ma anche e soprattutto di carattere strettamente procedurale riguardanti sia la preliminare attività di accertamento ma anche la procedura di riscossione coattiva dei tributi di spettanza degli enti locali impositori. Infatti, da una lettura testuale della normativa di riferimento contenuta nella legge di bilancio è chiaro l'intento del legislatore di volere ridurre i tempi tecnici di riscossione dei tributi locali assicurando in tempi rapidi l'esigibilità dei crediti tributari attraverso il potenziamento dell'avviso di accertamento.

Leggi dopo

Effetti della scadenza del termine per opporsi o impugnare un atto della riscossione coattiva

18 Luglio 2019 | di Paola Rossi

Riscossione coattiva

L’articolo evidenzia come l’attività dell’agente della riscossione sia scandita da un termine di decadenza per la notifica della cartella di pagamento al debitore iscritto a ruolo a cui segue un termine di prescrizione, nella generalità dei casi ordinaria. La differenza tra i due termini potrebbe esporre il più lungo termine decennale a censure di incostituzionalità.

Leggi dopo

Pagine