Focus

Focus su Cosa giudicata

Trattazione, discussione e deliberazione da remoto dopo l'emanazione del Decreto "rilancio"

28 Maggio 2020 | di Domenico Chindemi, Salvatore Labruna

Cosa giudicata

Il presente lavoro mira a chiarire i vari momenti del processo tributario da remoto: trattazione, discussione e deliberazione da remoto nelle audizioni camerali (ex art. 33, d.lgs. 546/1992), nelle pubbliche udienze (ex art. 34, D.Lgs. n. 546/1992) e nelle camere di consiglio (ex art. 35, DLlgs. n. 546/1992) dopo l'emanazione del decreto legge (c.d. Rilancio) del 19 maggio 2020 n. 34, art. 135.

Leggi dopo

Emergenza COVID-19 e processo tributario

19 Maggio 2020 | di Roberto Succio

Cosa giudicata

Al fine di contrastare l'emergenza epidemiologica da Covid-19 e contenerne gli effetti negativi sullo svolgimento dell'attività giudiziaria interviene tra i primi il D.L. 8 marzo 2020, n. 11. Si tratta di un atto normativo specificamente dedicato agli istituti processuali, tant'è che risulta rubricato “differimento urgente delle udienze e sospensione dei termini nei procedimenti civili, penali, tributari e militari” e, al comma primo, ha disposto il rinvio d'ufficio delle udienze sino al 22 marzo 2020, ad eccezione di quanto previsto dall'art. 2, comma 2, lett. g)...

Leggi dopo

Ne bis in idem e il progressivo superamento del doppio binario sanzionatorio

04 Aprile 2016 | di Pietro Rossomando

Cosa giudicata

Il sempre più consolidato orientamento della giurisprudenza della Corte EDU e della Corte di Giustizia, ferme, da un lato, nel riconoscere la cogenza del principio del ne bis in idem e, dall’altro, nel ribadire la natura afflittiva delle sanzioni amministrative, ha ingenerato una vera e propria crisi del c.d. “doppio binario”, offrendo interessanti (e doverosi) spunti di riflessione sulla tenuta del nostro sistema sanzionatorio tributario, penale ed amministrativo che neanche con l’ultimo intervento di riforma (recte di revisione) ha trovato una pronta risposta.

Leggi dopo

Il primato del diritto comunitario sulle norme processuali interne

14 Ottobre 2015 | di Francesca Picardi

Cosa giudicata

La necessaria disapplicazione delle norme interne in contrasto con il diritto comunitario ha comportato l’attenuazione di alcune delle nostre regole processuali, quali, ad esempio, il principio dispositivo, il sistema delle preclusioni, l’intangibilità del giudicato. L’articolo propone un rapido “excursus” della giurisprudenza della Corte di Cassazione che ha fatto applicazione nelle materie tributarie delle regole elaborate dalla Corte di Giustizia dell’Unione europea, cercando così d’individuare i criteri che determinano la soccombenza o, al contrario, la resistenza dell’istituto processuale di fronte al diritto comunitario.

Leggi dopo