Focus

Focus su Giudizio di primo grado

Azioni esperibili nel giudizio tributario

05 Maggio 2021 | di Francesco Pistolesi

Giudizio di primo grado

Quando gli è consentito affrontare il merito della lite originata dall'atto impugnato, il Giudice tributario accerta l'esistenza e il regime giuridico del rapporto formante oggetto del contendere. Tale accertamento avviene sulla base dei fatti dedotti in causa, in relazione ai quali le Commissioni Tributarie hanno piena libertà di cognizione - entro i limiti consentiti dalle allegazioni delle parti - e di decisione, tant'è che la sentenza può offrire una ricostruzione del rapporto controverso differente da quella prospettata dalle stesse parti.

Leggi dopo

Le Commissioni tributarie nell'emergenza sanitaria

09 Novembre 2020 | di Vincenzo Busa

D.L. 28 ottobre 2020, n.

Giudizio di primo grado

Il diffondersi dell'epidemia da Covid-19 ha indotto il legislatore a intervenire ripetutamente sulla disciplina del processo tributario, mediante disposizioni eccezionali ed urgenti che spesso hanno disorientato le Commissioni tributarie nel tentativo di individuarne la portata ed il corretto ambito di applicazione.

Leggi dopo

Ancora incertezze sull'impugnabilità della comunicazione preventiva di irregolarità

23 Luglio 2018 | di Simone Marzo

CTR Lombardia

Giudizio di primo grado

La comunicazione di irregolarità prodromica all'iscrizione a ruolo ex art. 36-bis, d.P.R. n. 600/1973 non è autonomamente impugnabile dinanzi al Giudice Tributario qualora dal controllo automatizzato eseguito dall'Amministrazione Finanziaria sia risultato soltanto il mancato versamento di quanto dichiarato dal contribuente e la comunicazione in questione si limiti a sollecitare detto versamento, senza alcuna diversa determinazione dell'imposta dovuta.

Leggi dopo

Novità dall'Editore: Codice Annotato del Contenzioso Tributario, IV ed.

19 Luglio 2016 | di Francesco Giuliani

Giudizio di primo grado

Disponibile sul mercato la IV edizione del Codice del contenzioso tributario annotato con la giurisprudenza e con la prassi, a cura di F. Giuliani, V. Guzzanti, E.M. Ruffini, A. Aliberti, M. Mastrogregori e Giulio Chiarizia. Molteplici sono le novità introdotte dalla riforma del processo tributario del 2015: il riconoscimento della tutela cautelare anche nei gradi di giudizio successivi al primo, la revisione della conciliazione giudiziale, le nuove regole in tema di immediata esecutività delle sentenze, di ottemperanza e di spese di lite, il ricorso in Cassazione per saltum. La nuova edizione del Codice, proponendosi come prezioso strumento di conoscenza per i professionisti, dà conto di tutte queste novità unitamente agli approdi giurisprudenziali più significativi (si pensi in particolare all'ampliamento del novero degli atti impugnabili dinanzi al GT). Come da tradizione, ciascun istituto o argomento è annotato con i riferimenti normativi nonché la prassi e la giurisprudenza rilevante. A chiudere l'opera una preziosa appendice contenente la normativa complementare e integrativa necessaria agli operatori del contenzioso tributario, tra cui spicca la disciplina del Processo Tributario Telematico.

Leggi dopo