Focus

Focus

La fiscalità delle criptoattività

18 Maggio 2022 | di Antonio Tomassini

Antiriciclaggio

Il trattamento fiscale delle criptoattività dipende essenzialmente dalla loro qualificazione giuridica, che si presenta alquanto incerta, stante il sostanziale vuoto normativo. È dubbia la soluzione prescelta dall’Agenzia delle Entrate di equiparare le criptovalute a valute estere, essendo forse preferibile, in linea generale ed in aderenza alla prassi contabile, inquadrarle tra i beni immateriali, categoria alla quale verosimilmente appartengono anche le altre criptoattività. Le conseguenze sono decisive, ai fini Ires, Irap, IVA e non solo. L’unica iniziativa legislativa (ancora in fase embrionale) che si registra è il disegno di legge n. 2572 presentato in Senato che sembra allinearsi, seppur ovviamente attraverso l’introduzione di modifiche legislative, alla posizione dell’Agenzia delle Entrate, proponendo l’introduzione di un regime impositivo calibrato su quello delle valute estere. Di certo, è auspicabile che, nelle more dell’introduzione di una normativa ad hoc, la stessa Agenzia delle Entrate non proceda all’applicazione di sanzioni in caso di interpretazioni difformi da quella da essa proposta, vista l’evidente incertezza della materia.

Leggi dopo

A breve disponibile la nuova Edizione de "Le imposte sui redditi nel Testo Unico"

13 Maggio 2022 | di Maurizio Leo

Imposte dirette

La nuova edizione del Commentario “Le imposte sui redditi nel testo unico” vede la luce in un momento storico particolare. In Parlamento si sta discutendo, con non poche difficoltà, la delega di riforma del sistema fiscale che interessa anche il comparto dell’imposizione sui redditi (personali e societari). Non è la prima volta, dai lontani anni settanta, che vengono presentati disegni di legge di revisione e riordino del nostro ordinamento tributario, ma quasi sempre le ambiziose aspettative in essi contenute sono rimaste deluse. Verrebbe da dire che i progetti di riforma fiscale sono assimilabili alla celebre opera del drammaturgo Samuel Beckett “Aspettando Godot” che, nel teatro dell’assurdo, costruisce la trama sulla condizione dell’attesa. Un’attesa che, però, nel nostro caso, limita la normale produzione normativa a interventi spesso estemporanei e stagionali e fa svolgere un ruolo di supplenza agli arresti della giurisprudenza e alla prassi dell’Amministrazione finanziaria, che nel loro insieme costituiscono un sistema para-legislativo con cui gli addetti ai lavori si devono necessariamente confrontare.

Leggi dopo

Domanda di rimborso e 'dies a quo' di decadenza alla luce della Giurisprudenza della CGUE

12 Maggio 2022 | di Domenico Chindemi

Giurisdizione e competenza

Viene individuato il termine per l'esercizio del diritto al rimborso di un'imposta che sia stata dichiarata, in epoca successiva all'indebito versamento, incompatibile con il diritto comunitario da una sentenza della Corte di Giustizia e cioè se decorra dalla data del versamento o da quella in cui è intervenuta la pronuncia che ne ha sancito la contrarietà all'ordinamento comunitario.

Leggi dopo

L'efficientamento dell'azione amministrativa. La ragionevole durata del procedimento amministrativo

05 Maggio 2022 | di Daniela Mendola

Statuto del contribuente

Tra la Pubblica Amministrazione ed il cittadino si instaura, per effetto dell'avvio del procedimento amministrativo, un rapporto giuridico, fonte di diritti e di obblighi a carico di entrambe le parti. Ab origine, precedentemente alla emanazione della l. n. 241/90, la Pubblica Amministrazione si poneva in una posizione di supremazia-privilegio nei confronti del cittadino. Risultava, allora, escluso che tra le parti potesse sussistere una relazione...

Leggi dopo

Giustizia tributaria: le ragioni di una riforma

02 Maggio 2022 | di Stanislao De Matteis, Alberto Liguori

Riforma del processo tributario

In occasione del parere espresso sui vari disegni di legge pro tempore presentati sulla riforma dal Consiglio di Presidenza della Giustizia Tributaria, in esordio, così si osservava il 22 ottobre 2019...

Leggi dopo

La prescrizione dei crediti tributari … “una storia infinita” …

29 Aprile 2022 | di Massimo Romeo

CTP Pavia,

Prescrizione

La sentenza delle Corte di Cassazione, a Sezioni Unite (n. 23397 del 17 novembre 2016) sembrava aver definitivamente “chiuso la partita” sull'annosa questione della prescrizione dei crediti tributari (quinquennale o decennale?). Tale pronuncia, anche se riferita ad un contesto relativo ai contributi previdenziali, avrebbe chiarito che «la conversione dell'eventuale termine di prescrizione breve in quello ordinario decennale (ex art. 2953 c.c.) non si applica in caso di mancata impugnazione di un atto impositivo o di un atto della riscossione ma solo quando passa in giudicato una sentenza».

Leggi dopo

Enti e reati tributari: quando i MOG escludono la responsabilità amministrativa

22 Aprile 2022 | di Giancarlo Marzo, Irene Barbieri

Evasione fiscale

Si attestano su numeri in calo le stime dell'evasione in Italia. È quanto risulta dalla “Relazione sull'economia non osservata e sull'evasione fiscale e contributiva”, pubblicata annualmente in allegato alla Nota di Aggiornamento del DEF (cd. NADEF)...

Leggi dopo

Reati tributari e responsabilità della capogruppo

19 Aprile 2022 | di Saverio Capolupo

Holding

In materia di delitti di natura tributaria è stato chiarito che rientra nella nozione di profitto qualsiasi vantaggio patrimoniale conseguente alla condotta penalmente illecita, ivi incluso il risparmio di spesa derivante dal mancato versamento di un tributo. Ai fini della configurazione della responsabilità da reato della holding per fatti illeciti commessi da soggetti facenti capo alle società controllate la stessa non potrà sostenersi in via generale ma soltanto allorquando determinati indici oggettivi dimostrino come la condotta delittuosa sia stata tenuta in esecuzione di direttive e dettami provenienti dagli amministratori della capogruppo i quali, non solo non hanno impedito la commissione di reati, ma hanno determinato altri soggetti alla violazione della legge penale, profittando della loro posizione di supremazia all'interno del raggruppamento societario.

Leggi dopo

La riforma del catasto come rimedio alle criticità degli accertamenti catastali

12 Aprile 2022 | di Vincenzo Busa

Catasto

La riforma del catasto, ripetutamente evocata per porre rimedio alle sperequazioni impositive derivanti dallo squilibrio delle basi imponibili catastali, avrebbe altresì il pregio di offrire all’Amministrazione elementi univoci per orientare correttamente l’attività di accertamento delle rendite catastali.

Leggi dopo

Società semplice e Superbonus 110%

11 Aprile 2022 | di Fabio Gallio

Società di persone

Nell'ambito soggettivo del “Super-bonus” del 110%, non è ancora stato chiarito definitivamente se una società semplice che sostiene le spese per la ristrutturazione di un proprio immobile abitativo possa usufruire dell'agevolazione, la quale, ovviamente, per il principio di trasparenza, dovrebbe essere attribuita ai soci persone fisiche. Il contributo ripercorre gli orientamenti di dottrina e prassi.

Leggi dopo

Pagine