Casi e sentenze

Casi e sentenze su Compensazioni

La deducibilità dei costi inerenti esige la prova dei fatti costitutivi del costo

27 Settembre 2021 | di La Redazione

CT II Trento

Compensazioni

Affinché un costo sia deducibile in quanto inerente, occorre che il contribuente tragga dal sostenimento di esso un’effettiva utilità e che quest’ultima sia “obiettivamente determinabile ed adeguatamente documentata”, con allegazione di...

Leggi dopo

Il criterio di competenza è inderogabile

19 Luglio 2021 | di La Redazione

CT II Trento

CT II Trento, sez. II, 23 febbraio 2021, n. 23.pdf

Compensazioni

L’art. 109 del TUIR non permette la detrazione dei costi in esercizi diversi da quello di competenza, non potendo il contribuente essere lasciato arbitro volontariamente o meno della scelta del periodo in cui registrare le passività...

Leggi dopo

Costituisce “violazione formale” il non aver utilizzato il canale telematico dell’agenzia per la compensazione

09 Ottobre 2020 | di La Redazione

CT II Trento, sez. I

Compensazioni

Configura una “violazione formale” l’aver utilizzato, per la compensazione del credito IVA, il canale di trasmissione "remote banking" messo a disposizione del proprio istituto di credito bancario al posto di quello telematico predisposto dalla stessa Agenzia delle Entrate...

Leggi dopo

Ritenuta d’acconto effettuata ma non versata: la responsabilità del sostituito non è diretta ed immediata

20 Marzo 2019 | di La Redazione

CTP Caltanissetta

Compensazioni

Nel caso di somme a titolo di ritenute d’acconto operate su compensi del sostituito ma non versate dal sostituto d’imposta all’erario, rimanendo perciò stesso nella sua esclusiva disponibilità patrimoniale, non vi è responsabilità diretta ed immediata del sostituito d’imposta.

Leggi dopo

Rivalutazioni: legittima la compensazione dell’imposta da versare con quella già versata

01 Agosto 2018 | di La Redazione

CTR Emilia Romagna, Bologna

Compensazioni

È legittimo il comportamento del contribuente che, a seguito della rivalutazione della quota di partecipazioni, compensi la prima rata da versare con l’imposta sostitutiva...

Leggi dopo

Compensazione: ammessa se il fatto genetico dell’obbligazione è anteriore alla dichiarazione di fallimento

04 Luglio 2018 | di La Redazione

CTP Varese

Compensazioni

In tema di compensazione, nel caso in cui alla domanda della curatela di un fallimento per la riscossione di un credito sia contrapposta domanda riconvenzionale riguardante un controcredito, il giudice di merito, accertati gli stessi, è tenuto a dichiarare la compensazione...

Leggi dopo

L’indicazione del credito IVA per importo superiore a quello spettante è una violazione formale

07 Marzo 2018 | di La Redazione

CTR Campania

Compensazioni

L’errore materiale della dichiarazione (esposizione di un credito IVA, derivante dalla dichiarazione dell’anno precedente, superiore a quello effettivo) non legittima il recupero del credito...

Leggi dopo

L’errata utilizzazione del canale di pagamento dei tributi non è comportamento sanzionabile

23 Gennaio 2018 | di La Redazione

CTP Bergamo

Compensazioni

Non è sanzionabile il comportamento del contribuente che effettui la compensazione orizzontale dei propri crediti IVA annuali, per importi superiori ad Euro 10.000,00, senza utilizzare i servizi telematici...

Leggi dopo

Crediti e debiti erariali e limiti alla compensazione

11 Ottobre 2017 | di La Redazione

CTP Caltanissetta

Compensazioni

A fronte di un credito riconosciuto dall’Amministrazione Finanziaria in capo ad una Società fallita e di crediti erariali vantati dalla stessa nei confronti della medesima Società...

Leggi dopo

Non operatività della compensazione tra crediti ante e post fallimento

05 Ottobre 2017 | di La Redazione

CTR Lombardia

Compensazioni

Dal tenore letterale dell’art. 56 L.F. è pacifico il principio di diritto che pone un limite generale all’operatività della compensazione in sede di fallimento, secondo cui i crediti, anche se non scaduti, devono essere...

Leggi dopo

Pagine