Homepage

Quesiti Operativi Quesiti Operativi

Concordato preventivo con transazione fiscale e voto dell’Agenzia delle Entrate

03 Giugno 2015 | di Daniele Fico

Transazione fiscale

In un concordato preventivo con transazione fiscale, la manifestazione di voto da parte del direttore del competente ufficio, per tributi non iscritti a ruolo ai sensi dell’art. 182 - ter, comma 3, impone al commissario giudiziale di acquisire il conforme parere della direzione generale? Se il voto è espresso a mezzo PEC dopo l’adunanza dei creditori, ai sensi dell’art. 178, comma 4, l. fall. la mancata allegazione del parere può ripercuotersi sull’esito finale del voto?

Leggi dopo
Focus Focus

Ecco la nuova black list "controllate estere"

03 Giugno 2015 | di Domenico De Gaetano

Operazioni con l’estero

Approda in Gazzetta Ufficiale il Decreto ministeriale del 30 marzo scorso che ridefinisce le black list “controllate estere”: novità in arrivo per i contribuenti italiani che detengono rilevanti partecipazioni in aziende localizzate fuori dai confini nazionali.

Leggi dopo
News News

L’incertezza interpretativa non è una scusa per il ritardo nel pagamento delle cartelle

03 Giugno 2015 | di La Redazione

Cass. civ., sez. trib., 27 maggio 2015 n. 10881

Cartelle esattoriali

Non ci si può arroccare dietro la scarsa chiarezza interpretativa delle norme: i ritardi nel pagamento non possono essere giustificati in tal senso. Lo ha detto la Cassazione, con la sentenza n. 10881/2015.

Leggi dopo
News News

DTA, quando si trasformano in credito d’imposta

01 Giugno 2015 | di La Redazione

Agenzia delle Entrate, Risoluzione 29 maggio 2015, n. 55/E

Crediti d'imposta per società di persone

Con la Risoluzione n. 55/E di venerdì scorso, l’Agenzia delle Entrate chiarisce sulla disciplina del credito d’imposta derivante dalla trasformazione di attività per imposte anticipate (DTA) iscritte in bilancio ex art. 2, commi da 55 a 58, D.L. n. 225/2010.

Leggi dopo
Casi e sentenze Casi e sentenze

Legittima la notifica della cartella di pagamento a società in concordato

28 Maggio 2015 | di La Redazione

CTR Toscana, Firenze

Cartelle esattoriali

Non integra alcuna violazione dell’art. 168 l. fall. la notifica della cartella di pagamento a società che ha presentato domanda di concordato preventivo

Leggi dopo
La Bussola LA BUSSOLA

Detrazione IVA nelle società holding

28 Maggio 2015 | di Federica Perli

Per valutare la spettanza del diritto alla detraibilità dell’IVA sugli acquisti nelle società holding è in primo luogo necessario stabilire se le stesse società siano da considerarsi soggetti passivi IVA.

Leggi dopo
News News

Può essere dichiarata fallita la società che impugna la cartella esattoriale e si cancella dal Registro delle Imprese?

28 Maggio 2015 | di La Redazione

Cass. civ., sez. VI-T, 26 maggio 2015 n. 10819

Cartelle esattoriali

La Cassazione ha deliberato, con l’ordinanza n. 10819/2015, che la società che, avendo contestato una cartella delle Entrate, si è frattanto cancellata dall’elenco delle imprese, può essere dichiarata fallita.

Leggi dopo
News News

Compensazioni indebite e frodi contributive, alleanza tra Entrate e INPS

27 Maggio 2015 | di La Redazione

Compensazioni

I due enti hanno stretto un accordo collaborativo per contrastare il fenomeno delle false compensazioni. Sarà istituito un tavolo tecnico bilaterale al quale prenderanno parte sia i funzionari dell’INPS che delle Entrate.

Leggi dopo
News News

Valido l’accertamento se gli assegni sono incassati dopo la fine del contratto di lavoro

27 Maggio 2015 | di La Redazione

Cass. civ., sez. trib., 22 maggio 2015, n. 10579

Avviso di accertamento

Nella sentenza della Cassazione n. 10579/15, i Supremi Giudici hanno esaminato il caso di un contribuente che aveva incassato degli assegni anche dopo la fine della sua attività lavorativa con un’azienda.

Leggi dopo
News News

Costo fiscale originario, va ripartito sulla base dei valori effettivi

27 Maggio 2015 | di La Redazione

Agenzia delle Entrate, Risoluzione 26 maggio 2015, n. 52/E

Scissione d'azienda

L’Agenzia delle Entrate, con Risoluzione n. 52/E di ieri, chiarisce sulle modalità di ripartizione, in caso di scissione, del costo fiscale originario tra le partecipazioni assegnate nella/e società beneficiaria/e e la partecipazione residuata nella società scissa.

Leggi dopo

Pagine