Quesiti Operativi

Cedolare secca: opzione per annualità successive

Il 2 maggio 2015 ho registrato un contratto di locazione, versando l’imposta di registro dovuta per la prima annualità. Dopo avere proceduto ad alcuni calcoli relativi alla mia posizione fiscale, anche alla luce delle risultanze di Unico PF 2015, ho appurato che sarebbe conveniente, nel mio caso, l’esercizio dell’opzione per la cedolare secca. Posso ancora procedere in qualche modo per l’annualità in corso? Devo attendere la prossima scadenza?

 

 

 

Richiamando la propria precedente prassi (Circolare 1° giugno 2011, n. 26/E, paragrafo 2.1), l'Agenzia delle Entrate ha confermato la possibilità di esercitare l’opzione per la cedolare secca nelle annualità contrattuali successive alla prima, affermando peraltro che tale opzione può essere esercitata “entro il termine per il versamento dell’imposta di registro dovuta annualmente sull’ammontare del canone relativo a ciascun anno, vale a dire entro 30 giorni dalla scadenza di ciascuna annualità”.

Nella Circolare 47/E/2012 si faceva, allo scopo, un esempio. Se il contribuente, successivamente alla registrazione, in data 15 gennaio 2013, di un contratto avente durata dall’1° gennaio 2013 al 31 dicembre 2016, avesse proceduto all’esercizio dell’opzione per la cedolare secca in data 15 febbraio 2013, l’efficacia della scelta avrebbe operato a partire dall’esercizio successivo (2014 nel caso dell’esempio).

Nel caso del quesito, il contribuente, dovrà quindi comunicare la propria scelta entro trenta giorni dalla scadenza della prima annualità.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >