News

Pagamenti elettronici per le tasse ipotecarie e tributi speciali catastali

 

Ai nastri di partenza le nuove modalità di pagamento delle tasse ipotecarie, dei tributi speciali catastali e delle somme dovute in relazione ai servizi erogati presso gli Uffici Provinciali - Territorio. Dal prossimo 1° luglio, infatti, è prevista l’attivazione di modalità di riscossione alternative al denaro contante, che promuovono l’utilizzo di carte di debito o prepagate e di altri strumenti di pagamento elettronico. Sempre dal 1° luglio, e in relazione ai medesimi tributi, si potrà utilizzare il modello F24 “Versamenti con elementi identificativi” (F24 Elide), per i pagamenti connesso al rilascio di certificati, copie, attestazioni, estrazione dati e riproduzioni cartografiche.

 

Così prevede il Provvedimento n. 120473/2017 diramato ieri pomeriggio dall’Agenzia delle Entrate. La nuova prassi consente ai contribuenti di utilizzare fino a fine anno (31 dicembre 2017) il denaro contante e i titoli al portatore in alternativa alle nuove opzioni di pagamento.

 

Ma le novità non si limitano a questo. Lo stesso Provvedimento prevede l’attivazione di uno specifico contrassegno sostitutivo, denominato “Marca servizi” (che vedrà la luce nei prossimi mese), e per le visure, la possibilità di accesso diretto tramite internet alle banche dati, già attivo per le ispezioni ipotecarie. Il nuovo servizio, spiegano dalle Entrate, integra il servizio già attivo delle “consultazioni personali” gratuite, ma limitate alle risultanze sugli immobili di cui si è titolari di diritti all’attualità.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >