News

La VI Commissione Finanze approva il DdL per la riforma fiscale

20 Giugno 2022 | Riforma fiscale

 

La VI Commissione Finanze ha espresso il sì per la riforma fiscale, il 20 giugno ha concluso l'esame del disegno di legge recante Delega al Governo per la riforma.

 

I principali aspetti della riforma riguardano la struttura dell'Irpef; la revisione della tassazione d'impresa; il graduale superamento dell'Irap; la sostituzione delle addizionali regionali e comunali all'Irpef con delle rispettive sovraimposte; la riforma del sistema della riscossione e potenziando le relative attività con adozione di nuovi modelli organizzativi e forme di integrazione nell'uso delle banche dati; l'aggiornamento dei dati catastali; la codificazione delle norme tributarie, avviando un percorso per giungere a un riordino di tutte le norme all'interno di Codici.

 

Un altro step risolto. Ricordiamo, infatti, che il DdL per la Riforma Fiscale è stato presentato lo scorso 29 ottobre 2021 alla Camera dei deputati e dal mese di dicembre è cominciato l'esame parlamentare. Con la risoluzione approvata alla Camera sul Documento di finanza pubblica - DEF 2021, il Governo veniva impegnato a tener conto, nella predisposizione del disegno di legge delega sulla riforma fiscale, delle risultanze dell'indagine conoscitiva sulla riforma dell'Irpef condotta presso le Commissioni riunite Finanze e tesoro del Senato e Finanze della Camera; a far sì che il predetto disegno di legge delega fosse improntato alla semplificazione del sistema e alla riduzione complessiva della pressione fiscale e, inoltre, ad avviare, all'interno o contestualmente alla riforma fiscale, un organico processo di riforma strutturale della riscossione. 

 

L'indagine conoscitiva condotta dalle Commissioni parlamentari si è articolata nell'arco di sei mesi, tra gennaio e giugno 2021; il 30 giugno 2021 le Commissioni hanno ciascuna approvato, in un identico testo, il documento conclusivo dell'indagine, che indirizza la riforma fiscale verso obiettivi di crescita dell'economia e semplificazione del sistema tributario.

Il documento tiene esplicitamente in considerazione le finalità di transizione ecologica e digitale del PNRR; supporta l'approccio strategico esplicitamente contenuto nel Piano che vede nella digitalizzazione l'investimento più redditizio all'interno dell'Amministrazione Finanziaria, assieme a quello volto a dotarla delle competenze tecniche necessarie per metterlo adeguatamente a valore.

 

Il disegno di legge di delega è strutturato in 10 articoli e nel corso dell'esame in sede referente sono stati effettuati diversi interventi di modifica rispetto al testo originario

 

Evidenziamo i principi cardine sul quale si articola la riforma: 

  1. razionalizzare e semplificare il sistema;
  2. stimolare la crescita economica;
  3. contrastare l'evasione e l'elusione fiscale;
  4. progressività del sistema.

 

 

Leggi dopo