News

La Legge di Bilancio 2022 approda in Gazzetta Ufficiale

 

Approvata in via definitiva dall'aula della Camera con 355 sì la legge di Bilancio (Legge 30 dicembre 2021, n. 234). La manovra, con un valore pari a 32 miliardi di euro, garantisce ai cittadini e agli altri settori dell'economia svariate misure e risorse per ridurre il carico fiscale. 

Il ventaglio delle disposizioni contenute nel testo spazia dal comparto della Magistratura ordinaria, all'ufficio del processo, alle nuove aliquote Irpef, nonchè la soppressione Irap per le ditte individuali, sconti sui contributi previdenziali, proroga di sei mesi per il pagamento delle cartelle esattoriali (notificate tra il 1° gennaio e il 31 marzo 2022, senza interessi di mora e sanzioni), ... 

Insomma, sono solo alcune dei temi presenti nel testo di Legge approdato nella G.U. n. 310 del 31 dicembre 2021.

 

La manovra, per quanto riguarda la magistratura ordinaria, consentirà dunque di assumere magistrati vincitori di concorso già bandito alla data di entrata in vigore della legge in commento, nei limiti della vigente dotazione organica. Per effetto dell'incremento di organico, la pianta della magistratura sale a 10.853 unità.

I magistrati onorari in servizio alla data di entrata in vigore del presente decreto possono essere confermati a domanda sino al compimento del settantesimo anno di età; i magistrati onorari che non accedano alla conferma, tanto nell’ipotesi di mancata presentazione della domanda, quanto in quella di mancato superamento della procedura valutativa hanno diritto, salva la facoltà di rifiuto, ad un’indennità pari, rispettivamente, ad euro 2.500 al lordo delle ritenute fiscali, per ciascun anno di servizio nel corso del quale il magistrato sia stato impegnato in udienza per almeno ottanta giornate, e ad euro 1.500 al lordo delle ritenute fiscali, per ciascun anno di servizio prestato nel corso del quale il magistrato sia stato impegnato in udienza per meno di ottanta giornate, e comunque nel limite complessivo procapite di euro 50.000 al lordo delle ritenute fiscali.

 

Per quanto riguarda le aliquote IRPEF, la legge di Bilancio conferma le novità anticipate dal maxiemendamento del Governo per la riduzione della tassazione delle persone fisiche e, al contempo, non dimentica le misure a sostegno delle imprese. Le novità principali per le persone fisiche riguardano:
  • la nuova modalità di determinazione dell'IRPEF: dalla riduzione delle aliquote alla riformulazione delle detrazioni fiscali;
  • il trattamento integrativo per i redditi di lavoro (dipendente e autonomo) e di pensione;
  • l'abolizione dell'IRAP per le imprese individuali e i lavoratori autonomi.

 

La legge di bilancio 2022 dispone ulteriori interventi fiscali oltre quelli brevemente citati sopra. Come ad esempio per la Plastic tax-sugar tax: si posticipa l'entrata in vigore al 1° gennaio 2023 (comma 12). Per il tema della Riscossione si introducono modifiche alla governance del servizio nazionale della riscossione volte a realizzare una maggiore integrazione tra l'Agenzia delle entrate e l'Agenzia delle entrate-Riscossione (commi 14-23).

 

Leggi dopo