News

La Commissione UE approva il PNRR

24 Giugno 2021 | Riforma fiscale

 

Approvato, lo scorso 22 giugno, il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), che - con la sua portata di ben € 25 miliardi - garantisce una serie di riforme e investimenti per la ripartenza del nostro paese. 

 

La conferenza si è tenuta a Roma dove il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha incontrato la Presidente Ursula Von der Leyen.

 

Nella sua introduzione il Presidente del Consiglio annuncia un piano di riforme ambizioso e che punta a rendere il nostro paese, più giusto più competitivo e più sostenibile nella sua crescita.

Il Presidente sottolinea che “con oggi è solo l’inizio. La sfida più importante è l’attuazione del Piano, per assicurarci che i fondi di cui dovremmo ricevere la prima tranche quest’estate, siano spesi tutti, ma soprattutto siano spesi bene. Per me ‘bene’ significa due cose: efficiente ed efficace ma anche che siano spesi con onestà.”.

Dal punto di vista strutturale il Piano è suddiviso in tre assi strategici:

  1. digitalizzazione e innovazione, 
  2. transizione ecologica, 
  3. inclusione sociale. 

La Commissione europea, nel tracciare le linee guida, ha raggruppato i progetti di investimento e di riforma in 16 Componenti, che a loro volta sono stati raggruppati nelle note 6 Missioni:

  • digitalizzazione, innovazione, competitività, cultura e turismo;
  • rivoluzione verde e transizione ecologica;
  • infrastrutture per una mobilità sostenibile;
  • istruzione e ricerca;
  • coesione e inclusione;
  • salute.

 

Il Piano, dunque, soddisfa esigenti criteri stabiliti di concerto tra Italia e Commissione europea, la Presidente Ursula Von der Leyen sottolinea l'importanza del Piano: "è un piano ambizioso e lungimirante e la cosa più importante aiuterà a edificare un futuro migliore per gli italiani e la nostra Ue".

"La Commissione presterà attenzione a che tutto il potenziale di Next Generation Eu si esplichi completamente, il vostro successo è il nostro successo. Un’Italia più forte rende l’Europa più forte".

 

 

È con queste parole che la Presidente Ursula Von der Leyen consegna la valutazione della Commissione europea, dunque il parere positivo.

Leggi dopo