News

Debutto del processo tributario telematico obbligatorio

 

Come ormai noto da oggi notificazioni e depositi di atti, documenti e i provvedimenti giurisdizionali avverranno solo con modalità telematiche: al via il processo tributario telematico.

Tale obbligo però è escluso per alcune tipologie di processi che risultano già avviati in forma cartacea al 1° luglio, che potranno proseguire senza l'utilizzo del canale telematico.

Ossia:

  • giudizi completamente instaurati al 1° luglio;
  • giudizi con ricorso notificato alla controparte e costituzione già avvenuta in forma cartacea presso la commissione tributaria;
  • giudizi con ricorsi parzialmente instaurati al 1° luglio, ossia notificati solo alla controparte ma per i quali non è ancora stata effettuata la costituzione.

Il D.L. 23 ottobre 2018, n. 119 sancisce la facoltà di utilizzare i medesimi strumenti telematici per i soggetti che stanno in giudizio senza assistenza tecnica.

  • i difensori, gli enti impositori e i soggetti della riscossione, possono depositare in giudizio copie analogiche di atti originali in loro possesso o estrarre copie di atti e provvedimenti presenti nel fascicolo informatico, attestandone la conformità ai sensi del D.Lgs. n. 82/2005;
  • da oggi, ogni parte processuale potrà liberamente utilizzare la modalità telematica per il deposito e la notifica degli atti, indipendentemente dalla modalità di deposito della controparte nel medesimo giudizio, ovvero da quella utilizzata nel giudizio di primo grado;
  • le parti possono formulare istanza di partecipazione all’udienza pubblica mediante un collegamento audiovisivo.

L’art. 6 del medesimo D.L. consente, inoltre, la possibilità di definizione agevolata delle controversie pendenti in giudizio di primo o secondo grado.

 

 

Per ulteriori specifiche si veda:

Il 1° luglio il processo tributario diventa telematico di M. Ligrani

PTT: da oggi scatta l’obbligo dei depositi telematici mediante il Sistema di Giustizia Tributaria di V. Pisani

 

Leggi dopo