News

CNDCEC, dall'Assemblea dei segretari il punto sugli Ordini territoriali

Trasparenza e anticorruzione, formazione, fatturazione elettronica. Sono alcuni dei temi toccati durante l'Assemblea dei Segretari, organizzata a Roma lo scorso 26 marzo dal Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili. Nel corso dell'incontro sono state illustrate le novità operative per gli Ordini territoriali messe a punto nei mesi scorsi dal Consiglio Nazionale.

Sul tema della trasparenza e dell'anticorruzione, il tesoriere del CNDCEC Achille Coppola ha ricordato che, riguardo all'attuazione delle regole previste dalla Legge n. 190/2012 e dal D.Lgs. n. 33/2013 (su cui il Consiglio ha fornito agli Ordini locali le linee guida) e, in particolare, al problema della nomina del responsabile dell’anticorruzione negli Ordini di minori dimensioni sprovvisti di personale dipendente, l’Autorità Nazionale Anticorruzione ha riconosciuto la possibilità che gli Ordini più piccoli possano consorziarsi tra loro, in modo da avere almeno un dipendente che funga da responsabile e che si occupi dell’inserimento dei dati nel sistema dell’Amministrazione trasparente.

Riguardo alla formazione professionale, il consigliere con delega ai Rapporti con gli Ordini, Università e tirocinio, Massimo Miani, ha ricordato le novità introdotte negli ultimi mesi, tra cui i nuovi regolamenti in tema di formazione professionale continua, l’attivazione delle convenzioni locali fra Ordini territoriali e Università e l'introduzione della distinzione tra formazione e aggiornamento "per acquisire e migliorare le competenze della categoria".

Sul tema della fatturazione elettronica è intervenuto il tesoriere del Consiglio nazionale, Roberto Cunsolo, che ha presentato il progetto del portale destinato agli Ordini sul sito del CNDCEC, mentre, riguardo al nuovo regolamento di disciplina, il presidente del Consiglio nazionale di disciplinaMarcello Marchetti ha annunciato che il CN predisporrà una griglia di sanzioni disciplinari correlate alle tipologie di violazioni.

Leggi dopo