News

Agevolazione prima casa anche al proprietario di un piccolo appartamento

22 Agosto 2018 |

Cass. civ.

Prima casa

 

Il beneficio fiscale prima casa spetta anche a chi acquista un immobile da adibire ad abitazione del nucleo familiare, benché proprietario di un piccolo appartamento per il quale non è stata richiesta alcuna agevolazione e nel quale, in virtù delle dimensioni troppo piccole, era impossibile adibire la propria residenza. È il caso esaminato dalla Suprema Corte con l’ordinanza del 31 luglio 2018 n. 20300, con la quale i giudici di legittimità hanno accolto il ricorso della proprietaria di un appartamento che aveva acquistato un secondo immobile da adibire ad abitazione familiare.

 

La Sezione Tributaria Civile ha asserito che in materia di agevolazioni per l’acquisto della prima casa, «non si può ritenere di ostacolo la circostanza che l’acquirente dell’immobile sia al contempo proprietario di un altro immobile, purché acquistato senza agevolazioni nel medesimo comune che, per qualsiasi ragione, sia inidoneo, per le ridotte dimensioni, ad essere destinato a sua abitazione».

 

È interessante osservare che l’inidoneità dell’alloggio già posseduto deve essere valutata anche dal punto di vista soggettivo del compratore in relazione alle esigenze abitative del suo nucleo familiare. Nel caso in esame, la contribuente aveva una famiglia di tre persone: l’appartamento da loro posseduto era davvero troppo piccolo e, per questo, l’acquisto di un nuovo immobile non è parso ostativo ai giudici di legittimità.

 

Leggi dopo

Le Bussole correlate >