Giurisprudenza commentata

È sempre opponibile al Fisco (anche ex tunc) la rinuncia all'eredità

18 Ottobre 2021 |

Cass. Civ.

Eredità giacente

Sommario

Massima | Il caso | La questione | La soluzione giuridica | Osservazioni |

 

Il chiamato all'eredità, il quale vi abbia validamente rinunciato, non risponde dei debiti tributari del de cuius, anche nel periodo intercorrente tra l'apertura della successione e la rinuncia, posto che la relativa dichiarazione di non accettazione ha effetto immediato ed efficacia ex tunc, con la conseguenza che tale soggetto possa essere considerato come mai chiamato alla successione.

Leggi dopo