Giurisprudenza commentata

È logicamente inammissibile considerare soggettivamente inesistenti operazioni mai avvenute e che, quindi, sono oggettivamente inesistenti

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni |

 

La fatturazione per operazioni soggettivamente inesistenti presuppone che le operazioni siano state effettivamente effettuate ma tra soggetti diversi da quelli risultati dalla fattura: da ciò deriva l'inammissibilità logica e giuridica, di considerare soggettivamente inesistenti operazioni mai avvenute e quindi “oggettivamente” inesistenti.

Leggi dopo