Giurisprudenza commentata

I labili confini dell'esenzione IVA nelle attività mediche e paramediche di “cura alla persona”

13 Maggio 2021 |

CGUE, causa C-581/19, 4 marzo 2021

IVA comunitaria

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni |

 

Con sentenza del 4 marzo 2021 nella causa C-581/19, la Corte di Giustizia ha tracciato i limiti dell'esenzione IVA, ai sensi dell'art. 132 paragrafo 1 lett. c) della Direttiva IVA 112/2006, in relazione alle possibili finalità terapeutiche di un servizio di monitoraggio e consulenza nutrizionale, fornito da un professionista certificato all'interno di uno stabilimento sportivo, nel quale erano offerti anche servizi di benessere fisico e di fitness, chiarendo che le due prestazioni sono tra loro distinte ed indipendenti ed escludendo la prima dal campo di esenzione dell'imposta.

Leggi dopo