Focus

“Stralcio cartelle”, chiarimenti dell'AdE su tempi e modalità di attuazione del beneficio

27 Ottobre 2021 |

Agenzia delle Entrate

Cartelle esattoriali

Sommario

Premessa | Debiti oggetto dello Stralcio (c.d. perimetro oggettivo) | Soggetti interessati e limiti reddituali (c.d. perimetro soggettivo) | Soggetti diversi dalle persone fisiche | Modalità di annullamento automatico dei debiti di importo residuo fino a 5000 euro | In conclusione |

 

I contribuenti con debiti fino ad euro cinque mila potranno rientrare nel nuovo “stralcio cartelle” previsto dal decreto Sostegni, potendo così beneficiare dello sgravio. Entro la data del 30 settembre 2021 l'ADE ha dovuto segnalare all'ADER tutti gli importi da sgravare pari o inferiori ad euro cinquemila, in modo tale che l'ADER possa ora procedere d'ufficio all'annullamento dei carichi tributari e non solo alla data del 31 ottobre 2021. Per cui, chi richiederà un estratto di ruolo aggiornato dopo il 01 novembre 2021 non vedrà più attestati debiti pregressi riferiti a cartelle di pagamento interessate dallo stralcio che sarà automatico senza alcun preavviso ai soggetti interessati. È questo uno dei chiarimenti contenuti nella Circolare n.11/E del 22 settembre 2021 in concomitanza della quale l'ADE – Direzione Centrale e Coordinamento Normativo ha fatto il punto sui tempi e le modalità operative attraverso i quali sarà effettuato lo sgravio. La Circolare analizza le novità introdotte, anche alla luce delle disposizioni contenute nel decreto attuativo (D.M. n. 41 del 22/03/2021).

Leggi dopo