Focus

Le ispezioni della Guardia di finanza e l'apertura di plichi sigillati. Il consenso sanante del contribuente

Sommario

La fase istruttoria del procedimento di accertamento | Le ispezioni: il consenso sanante del contribuente | L'inutilizzabilità dei documenti non esibiti: le preclusioni amministrative e processuali | Il processo verbale di constatazione a chiusura delle verifiche fiscali: la cd. impugnazione differita | In conclusione |

 

L'Amministrazione finanziaria, come noto, è titolare di poteri strumentali all'esercizio dell'attività di controllo che trovano fondamento nell'art. 32, d.P.R. n. 600/73, rubricato “Poteri degli uffici”. Quest'ultimo testualmente prescrive che “per l'adempimento dei loro compiti gli uffici delle imposte possono procedere all'esecuzione di accessi, ispezioni e verifiche; invitare i contribuenti, indicandone il motivo a comparire di persona o per mezzo di rappresentanti per fornire dati e notizie rilevanti ai fini dell'accertamento nei loro confronti…”.

Leggi dopo