Focus

Gli elementi indiziari di capacità contributiva superabili solo con prova contraria del contribuente

12 Agosto 2021 |

Cass. Civ.

Mezzi di prova

Sommario

Massima | Il caso | La questione | La soluzione giuridica | Osservazioni |

 

In caso di accertamento sintetico dell’Amministrazione finanziaria legittimato dalla mancata presentazione della dichiarazione dei redditi da parte del contribuente, gli elementi indiziari raccolti dall’ufficio in fase istruttoria finalizzati a determinare la capacità reddituale del contribuente possono essere smentiti solo tramite prova contraria fornita dallo stesso contribuente. E’ quanto ha disposto la Suprema Corte di Cassazione in concomitanza dell’Ordinanza n°17859 del 22 giugno 2021.Si tratta di un orientamento giurisprudenziale con il quale i Giudici di Legittimità hanno attribuito “prevalenza sostanziale” ai dati, sia pure indiziari, raccolti dall’ufficio e finalizzati alla ricostruzione induttiva avente ad oggetto la capacità reddituale del contribuente relativa al periodo d’imposta considerato. Prevalenza degli elementi raccolti dall’ufficio, superabile solo nel caso in cui il soggetto accertato riesce a dare prova (contraria) idonea che possa mettere in discussione l’ attendibilità dei dati raccolti dall’ADE in fase istruttoria.

Leggi dopo