Casi e sentenze

Nessun obbligo di indicazione nel quadro RW dei proventi di un conto corrente infruttifero

 

Il cittadino italiano possessore, all’estero, per esempio di obbligazioni, quote di fondi di investimento o di partecipazioni sociali deve in ogni caso (anche se si sono verificate delle perdite anziché dei guadagni) uniformarsi alla previsione di cui all’art. 4  del D.L. n. 167/1990, (in quanto i valori mobiliari in questione sono sempre produttrici di possibili redditi), ma se lo stesso individuo è titolare di un conto corrente infruttifero, l’obbligo non esiste.

Leggi dopo