Casi e sentenze

Le somme ricevute a ristoro del danno subito sono esenti da tassazione

 

Le somme che il Giudice del Lavoro ha riconosciuto a favore della contribuente a titolo di risarcimento di un danno subito dalla stessa per omessa stabilizzazione del rapporto di lavoro, commisurate, per equivalente, al parametro costituito dalla retribuzione già percepita, non possono essere considerate produttive di reddito, in quanto non hanno ripristinato una perdita di guadagno, ma hanno ristorato una situazione soggettiva deteriore.

Ne consegue, quindi, che tali somme non possono essere soggette ad imposizione fiscale, quale asserito lucro cessante, ai sensi dell’art. 6, comma secondo, del TUIR.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >