Casi e sentenze

La delocalizzazione all’estero della produzione non genera avviamento

 

La delocalizzazione di produzione all’estero, sorretta da una valida motivazione economica (necessità di evitare il tracollo della realtà aziendale), non genera avviamento quando il cedente mantenga, comunque, il proprio konow-how e la propria clientela, operando, quindi, il cessionario situato all’estero per esclusivo conto del cedente.

Leggi dopo