Casi e sentenze

Imposta sostitutiva: atto irrevocabile di ri-determinazione del valore di acquisto delle partecipazioni

 

Agli effetti della determinazione delle plusvalenze e minusvalenze di cui all’art. 81 (ora 67), comma 1, lett. c), del d.P.R. n. 917 del 1986, per il perfezionamento della procedura di rideterminazione del valore di acquisto di partecipazioni prevista dall’art. 5 della Legge 28 dicembre 2001, n. 448, non assume alcuna rilevanza la compilazione del quadro "RT" della dichiarazione dei redditi, ma ha rilievo decisivo la redazione della perizia giurata di stima, nonché l’assoggettamento all’imposta sostitutiva del valore così definito attraverso il versamento, entro il 16 dicembre 2002, dell’intero importo o, nel caso di rateizzazione, anche della sola prima rata.

A  seguito di tale manifestazione unilaterale di volontà del contribuente, portata a conoscenza dell’Amministrazione Finanziaria, si produce l’effetto della rideterminazione del valore della partecipazione, non più unilateralmente revocabile.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >