Casi e sentenze

Illegittima l'iscrizione ipotecaria se è trascorso più di un anno dalla notifica della cartella

12 Settembre 2017 |

CTR Milano

Ipoteca

 

L’iscrizione di ipoteca prevista dall’art. 77 del d.P.R. n. 602/1973 può essere effettuata soltanto in presenza dei presupposti e delle condizioni previste dall’art. 50 dello stesso decreto. Conseguentemente è necessario non solo che sussista un titolo esecutivo validamente notificato, ma anche che esso sia ancora efficace al fine di procedere all’esecuzione forzata. In altre parole è necessario che tra la data della notifica del titolo (ossia la cartella esattoriale) e la data dell’iscrizione ipotecaria non sia decorso oltre un anno. Se è decorso più di un anno, l’iscrizione ipotecaria deve, a pena di nullità della stessa, essere preceduta dall’avviso di cui all’art. 50 del d.P.R. n. 602/1973, ossia l’intimazione ad effettuare il pagamento entro cinque giorni, con l’avviso che decorso tale termine si procederà all’esecuzione forzata.

Leggi dopo