Casi e sentenze

Energia elettrica ed indebito versamento degli acconti

 

In materia di imposta dovuta sull’energia elettrica, le particolari modalità di pagamento dell’accisa, incentrata sul meccanismo degli acconti calcolati sui consumi del corrispondente periodo precedente, fa sì che alla chiusura annuale di ciascun periodo si determini un nuovo saldo debitorio o creditorio, il quale va a costituire una nuova posta attiva o passiva a quelle precedentemente maturate, sicchè la decadenza non si verifica in corso di rapporto tributario.

Solo nel momento dell’estinzione del rapporto tributario, allorchè il contribuente non può proseguire nella detrazione, le somme versate in più del dovuto configurano crediti il cui pagamento deve essere richiesto nel termine di decadenza biennale previsto dall’art. 14, comma 2°, del TUA.

Leggi dopo