Casi e sentenze

Deduzione dei costi per prestazioni di servizio e fatture per operazioni inesistenti

27 Marzo 2017 |

CTR Emilia Romagna

Imposte dirette

In tema di imposte sui redditi, i costi relativi a prestazioni di servizio sono, a norma dell’art. 109, secondo comma, lett. b), del d.P.R. 22 dicembre 1986, n. 917, di competenza dell’esercizio in cui le prestazioni medesime sono ultimate, senza che abbia rilevo alcuno il momento in cui viene emessa la relativa fattura o effettuato il pagamento.

 

 

Qualora l’Amministrazione Finanziaria contesti al contribuente di aver emesso fatture per operazioni inesistenti, è onere dell’Ufficio fornire la prova che l’operazione, rappresentata nelle stesse, non sia mai stata posta in essere, indicando gli elementi, anche indiziari, sui quali si fonda la contestazione, mentre spetta al contribuente fornire la dimostrazione della fonte del costo, non essendo a tal fine sufficiente fare riferimento ad un contratto di appalto privo di data certa e non corredato da un capitolato.

 

Leggi dopo