Casi e sentenze

Costi fittizi: onere del contribuente giustificarli

In tema di illecita allocazione di costi fittizi attraverso strumenti legittimi e riconosciuti nella prassi commerciale, esiste la presunzione semplice ed è onere del contribuente fornire la prova e le ragioni tali da giustificare le operazioni effettuate: l’impresa che voglia creare costi fittizi attraverso consulenze “finte” qualifica “cartolarmente” le stesse come consulenze “inerenti” la propria attività, dovendo essere il costo contabilizzato tra i componenti del reddito d’impresa.

Leggi dopo