Quesiti Operativi

Quesiti Operativi

Assegnazione agevolata in capo ai soci

20 Giugno 2017 | di Amedeo Mellaro

SRL

A seguito della Legge di Bilancio 2017, si chiede quali siano le novità introdotte in tema di assegnazioni agevolate di beni ai soci. Altresì, una S.r.l. sta valutando l'ipotesi di assegnare al socio un immobile civile, cat. catastale A/1, acquistato da un privato agli inizi degli anni 1990, fruendo dei benefici fiscali introdotti dalla L. n. 208/2015. Si specifica che il valore di assegnazione (valore catastale) è nettamente inferiore al valore fiscalmente riconosciuto dell'immobile (valore contabile)...

Leggi dopo

Assegnazione dei beni ai soci ed imposta sostitutiva

06 Giugno 2017 | di Elisa Manoni

Plusvalenze

In una liquidazione volontaria, la plusvalenza rilevata in bilancio al 31.12.2014 in relazione all'assegnazione al socio di un locale commerciale, è o non è rilevante ai fini IRAP?

Leggi dopo

Contributo per spese di gestione, imponibile ai fini IVA?

19 Maggio 2017 | di Fabrizio Papotti

Società cooperative

In una cooperativa di servizi, in base ad una delibera assembleare, i soci annualmente versano nelle casse sociali un contributo per le spese di gestione. Contabilmente tali incassi vengono trattati come ricavi diversi e quindi soggetti a tassazione. Ai fini IVA invece, tale contributo volontario da parte dei soci, non viene considerato imponibile, mancando tra le altre cose il presupposto oggettivo per considerarlo imponibile IVA. È corretta tale impostazione o detto contributo deve essere imponibile IVA?

Leggi dopo

La società che acquista e rivende immobili può fruire del regime PEX

09 Maggio 2017 | di Elisa Manoni

Plusvalenze

Sono il legale rappresentante di una Società destinataria di un avviso di accertamento (relativo al periodo di imposta 2008) con il quale l’Amministrazione Finanziaria ha disconosciuto il regime PEX per non avere la stessa svolto un’attività commerciale nei tre anni anteriori a quello di realizzo della plusvalenza disconosciuta. La Società, nella specie, negli anni a cui si riferisce l’Amministrazione Finanziaria, ha acquistato immobili che poi sono stati rivenduti ai fini di una successiva attività di ristrutturazione e/o di semplice rivendita. In specie, la Società nel 2006 ha acquistato un fabbricato, poi rivenduto nel 2007, mentre nel 2005 ha acquisto degli opifici rivenduti, poi nei primi mesi del 2007. Si chiede, pertanto, se il disconoscimento del regime PEX, da parte dell’Ufficio, sia corretto o meno.

Leggi dopo

Rimanenze post trasformazione: come concorrono alla formazione del reddito

19 Aprile 2017 | di Stefano Pasetto

Regimi contabili e fiscali

Regime per cassa: un contribuente con contabilità semplificata al 31.12.2016 ha in previsione la trasformazione in s.r.l. nel giugno 2017. Nei primi mesi del 2017 adotta il regime di cassa e quindi determina il reddito del periodo portando tra i costi le rimanenze finali al 31.12.2016. Quando, a seguito della trasformazione, adotterà la contabilità ordinaria, le rimanenze (iniziali al giugno 2017) certificate dalla perizia di trasformazione, come concorrono alla formazione del reddito della s.r.l.?

Leggi dopo

Rapporti tra il reato di omesso versamento di ritenute certificate o dovute e il concordato preventivo

07 Aprile 2017 | di Letizia d'Altilia

Omessa dichiarazione

La domanda di concordato preventivo vale ad escludere la configurabilità del delitto di omesso versamento di ritenute certificate o dovute previsto dall’art.10-bis, d.lgs. 74/2000?

Leggi dopo

Regime dei minimi e superamento del limite fissato per i beni strumentali

04 Aprile 2017 | di Stefano Mazzocchi

Regimi contabili e fiscali

Se un contribuente "minimo" al terzo anno di attività superasse il limite di acquisto di beni strumentali (17.000 euro, ad esempio), l'anno successivo potrebbe accedere al regime forfettario non avendo superato 20.000 euro di acquisto per beni strumentali nell'anno precedente come concesso dall'attuale normativa?

Leggi dopo

Ipotesi di esenzione dall’obbligo di versamento dei contributi AGCM

21 Marzo 2017 | di Stefano Guarino

Società di capitali

Vi è la possibilità di impugnare i contributi richiesti dalla Autorità Garante della concorrenza e del Mercato L. 10 ottobre 1990 n. 287 e smi da parte di un'azienda che ha sì ricavi superiori a 50 milioni di Euro, ma che si trova in difficoltà a fronte di organizzati Gruppi di acquisto e intermediazione internazionali per nulla contrastati dall'attività del garante?

Leggi dopo

Contestabile l'accertamento in assenza di riscontro tra contabilità e documentazione extracontabile

09 Marzo 2017 | di Elisa Manoni

Accertamento induttivo

Sono legale rappresentante di una SAS sottoposta a verifica a seguito della quale è stato emesso un avviso di accertamento che ha recepito le risultanze della stessa contenute nel P.V.C. In occasione del suddetto accesso sono stati rinvenuti documenti extra-contabili costituiti, in particolare, da sei fogli riportanti appunti manoscritti, in cui, in ciascun foglio, figuravano cinque colonne (così intestate: “giorno”; “entrate B”; “entrate N”; “uscite B”; “uscite N”). Secondo l'Organo Verificatore le lettere "B" ed "N" trascritte accanto alle intestazioni "Entrate" e "Uscite", erano da intendersi come "B= bianche (entrate ed uscite) e "N= nere" (sempre con riferimento sia alle entrate che alle uscite). Ciò in quanto nella colonna "Entrate B" risultavano indicati, tra l'altro, gli importi incassati con accanto richiamata anche la relativa fattura, mentre nella colonna "Entrate N" risultavano indicati soltanto gli importi incassati, senza l'indicazione di alcun riferimento a fatture emesse, rectius "entrate non fatturate".

Leggi dopo

Dichiarazione IVA 2017: opzioni e revoche nel quadro VO

02 Marzo 2017 | di Amedeo Mellaro

IVA

Un contribuente, già in attività, (in regime IVA ordinario naturale e non per opzione) che nel 2015 aveva i requisiti per passare al forfetario, ma con comportamento concludente è rimasto nel regime ordinario, senza comunicare nulla in dichiarazione IVA 2016, anche nel 2016 pur sussistendo i requisiti per il transito al regime agevolato (forfetario), ha continuato a tenere il regime ordinario IVA. In dichiarazione IVA 2017 deve barrarsi qualche opzione? (Rigo VO33 campo 1)

Leggi dopo

Pagine