News

News

Valido l’accertamento al padre del socio di maggioranza ed amministratore

20 Settembre 2018 | di La Redazione

Cass. civ.,12 settembre 2018 n. 22224

Verifiche fiscali

L’accertamento sui conti intestati al padre del socio di maggioranza ed amministratore di una S.r.l. è legittimo. È quanto ricordato dalla Suprema Corte con l’ordinanza del 12 settembre 2018 n. 22224. Essa, i giudici hanno accolto il ricorso dell’Agenzia delle Entrate contro una S.r.l.

Leggi dopo

In caso di omessa dichiarazione IVA è valida la confisca anche senza precedente procedimento cautelare

19 Settembre 2018 | di La Redazione

Cass. pen.

Omessa dichiarazione

In caso di condanna per uno dei reati previsti dal D.Lgs. n. 74/2000, il giudice è obbligato a disporre la confisca. Lo ricorda la Corte di Cassazione, con la sentenza del 12 settembre 2018 n. 40447.

Leggi dopo

Il dies a quo per la rettifica della detrazione IVA è l’acquisto

18 Settembre 2018 | di La Redazione

Agenzia delle Entrate

IVA

Per il calcolo del decennio che deve intercorre ai fini della rettifica della detrazione IVA, la cosiddetta “tutela fiscale” prevista dall’art. 19-bis 2 del d.P.R. n. 633/1972, si deve partire dalla data di acquisto del bene immobile. In caso di locazione finanziaria, si può considerare momento dell’acquisto il pagamento del maxi canone iniziale quando questo risulti particolarmente elevato rispetto al totale della locazione.

Leggi dopo

Continua la crescita delle entrate erariali: +2%

18 Settembre 2018 | di La Redazione

Imposte dirette

Il Rapporto pubblicato ieri dalle Finanze e relativo al periodo gennaio-luglio 2018 conferma un ulteriore aumento delle entrate tributarie. La fotografia scattata mostra un aumento sia delle entrate tributarie (+2.361 milioni di euro, +0,9 per cento) che, in termini di cassa, delle entrate contributive (+5.319 milioni di euro, +4,1 per cento).

Leggi dopo

Sottrazione fraudolenta per chi trasferisce beni altrove anche se è possibile il pignoramento presso terzi

13 Settembre 2018 | di La Redazione

Cass. pen.

Misure cautelari

Anche se il Fisco potrebbe effettuare un pignoramento presso terzi, l’imprenditore che trasferisce beni altrove in modo che le Entrate non possano aggredire il suo patrimonio rischia una condanna per sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte. Lo spiega la Corte di Cassazione con la sentenza n. 40240/2018.

Leggi dopo

È illecito civile falsificare un assegno non trasferibile

13 Settembre 2018 | di La Redazione

Cass. civ., SS.UU.

Dichiarazione fraudolenta

È “solo” un illecito civile, ma non un reato penale: la falsificazione di un assegno bancario non trasferibile non è punibile penalmente. Questo è quanto sancito dalla Corte di Cassazione, con la sentenza delle Sezioni Unite del 10 settembre 2018 n. 40256.

Leggi dopo

TOSAP dovuta anche per le condutture del gas

12 Settembre 2018 | di La Redazione

Cass. civ. 11 settembre 2018 n. 22097

TOSAP

Con l’ordinanza n. 22097/2018 la Corte di Cassazione ha dovuto dirimere una complessa vicenda tra due società, statuendo che anche le condutture per la distribuzione del gas pagano la TOSAP se attraversano terreni demaniali.

Leggi dopo

Sequestrabile dal Fisco il denaro sul conto dell'evasore anche se il pegno è in favore della banca

12 Settembre 2018 | di La Redazione

Cass. civ.

Omessa dichiarazione

Il denaro depositato sul conto dell’evasore (presunto tale) è sequestrabile dal Fisco anche se il contratto stipulato con la banca prevede che essa si possa appropriare delle attività finanziarie in caso di pegno. Questo quanto affermato dalla Corte con la sentenza n. 40318/2018.

Leggi dopo

È legittimo l'accertamento induttivo se il contribuente risponde in modo ambiguo al questionario

11 Settembre 2018 | di La Redazione

Cass. civ.,

Accertamento induttivo

Se il contribuente risponde in modo ambiguo al questionario delle Entrate, è legittimo l’accertamento induttivo a suo carico. Lo conferma la Corte di Cassazione con la sentenza del 7 settembre 2018 n. 21823.

Leggi dopo

Nessuna imposizione IRAP anche se viene corrisposto un compenso elevato a terzi

10 Settembre 2018 | di La Redazione

Cass. civ., 7 settembre 2018 n. 21762

IRAP

L’entità, anche elevata, del compenso corrisposto dal contribuente ad un altro professionista non fa scattare automaticamente l’imposizione IRAP: lo ha ricordato la Corte di Cassazione con la recente ordinanza del 7 settembre 2018 n. 21762.

Leggi dopo

Pagine