News

News

IVA MOSS, rese note le modalità di riscossione

04 Maggio 2015 | di La Redazione

IVA

Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 30 aprile scorso il Decreto direttoriale del MEF che disciplina la riscossione e la ripartizione dell'IVA versata dai soggetti passivi aderenti ai regimi speciali Mini One Stop Shop-MOSS.

Leggi dopo

Detrazioni ristrutturazione immobili, l'attività lavorativa prevale sulla classificazione catastale

04 Maggio 2015 | di La Redazione

Cass. civ., sez. trib., 29 aprile 2015, n. 8628

Detrazioni per ristrutturazioni edilizie

La Cassazione, con sentenza 8628/15, ha ribadito che ai fini delle detrazioni IVA l’uso pacifico di un immobile ai fini lavorativi prevale sulla sua classificazione catastale.

Leggi dopo

Con il 730 precompilato a rischio 1,5 miliardi di detrazioni

04 Maggio 2015 | di La Redazione

Fondazione Nazionale dei Commercialisti, Stima rinunce a rimborsi 730 precompialto.pdf

Affidamento e buona fede del contribuente

La Fondazione Nazionale Commercialisti ha divulgato una propria stima, secondo la quale il 730 precompilato, mancante di alcuni oneri detraibili, avrà un impatto notevole sui contribuenti.

Leggi dopo

Erogazioni alle ONLUS, più libertà di scelta se non si opta per la deduzione del 10%

30 Aprile 2015 | di La Redazione

Erogazioni liberali

Tra i temi affrontati dall’Agenzia delle Entrate nella Circolare n. 17/E, anche i limiti alla scelta di dedurre o detrarre, ovvero dedurre e detrarre, le liberalità a favore delle ONLUS, anche in relazione a beneficiari diversi.

Leggi dopo

Versamenti effettuati in ritardo, sforbiciata agli interessi

30 Aprile 2015 | di La Redazione

Cartelle esattoriali

L’Agenzia delle Entrate, con un Provvedimento del 30 aprile, comunica che a partire dal 15 maggio gli interessi moratori, relativi a somme versate in ritardo a seguito della notifica di una cartella di pagamento, diventano più leggeri.

Leggi dopo

Comportamenti antieconomici, scatta il sistema del ricarico medio ponderato

27 Aprile 2015 | di La Redazione

Cass. civ., sez., 2015, n. 7863

Dichiarazione fraudolenta

Il sistema del ricarico medio ponderato se fondato sui dati rilevati in sede di verifica (e non su elaborazioni statistiche) legittima la rettifica della dichiarazione. Lo afferma la Cassazione nella sentenza n. 7863/2015.

Leggi dopo

Verifiche oltre il termine, nessuna conseguenza per gli atti impositivi

27 Aprile 2015 | di La Redazione

Cass. civ., sez. trib., 17 aprile 2015, n. 7870

Termini di accertamento

Il superamento dei termini di durata delle verifiche fiscali previsto dallo Statuto del contribuente non ha effetti sulla validità dei conseguenti atti emessi dall’Amministrazione. È quanto si ricava dalla sentenza di Cassazione n. 7870/2015.

Leggi dopo

Split payment: del pagamento dell’IVA è responsabile la P.A.

24 Aprile 2015 | di La Redazione

IVA

Il meccanismo della scissione dei pagamenti nelle operazioni effettuate con la Pubblica Amministrazione, trasferisce l’onere di versamento dell’IVA, in capo alla P.A.; conseguentemente le sanzioni per gli omessi o carenti versamenti si trasferiscono sull’ente debitore.

Leggi dopo

Il rimborso parziale è un vero e proprio atto di rigetto

24 Aprile 2015 | di La Redazione

Cass. civ., sez. trib., 22 aprile 2015, n. 8195

Certificazione e compensazione dei crediti verso la p.a.

Con la sentenza n. 8195/2015 la Corte di Cassazione torna a ribadire la natura di atto di rigetto del rimborso parziale per la parte non rimborsata: chi vuole opporsi deve provvedere alla tempestiva impugnazione e non presentare un’ulteriore istanza del medesimo credito.

Leggi dopo

Cessioni a Paesi extraeuropei, stretta sul divieto all’imponibilità

24 Aprile 2015 | di La Redazione

Cass. civ., sez. trib., 22 aprile 2015, n. 8196

IVA comunitaria

No all’assoggettamento ad IVA delle cessioni verso paesi extra-UE anche se il cedente è una società fittiziamente residente all’estero, di cui è accertata l’effettiva sede in Italia. Si tratta comunque di esportazioni, devono essere rispettati i principi in tema di IVA. È quanto si ricava dalla sentenza di Cassazione n. 8196/2015.

Leggi dopo

Pagine