News

News

Credito R&S cumulabile con il bonus per personale altamente qualificato

30 Luglio 2015 | di La Redazione

Ministero dell'Economia e delle Finanze, D.M.

Compensazioni

È stato pubblicato ieri in G.U. il Decreto che disciplina il credito d’imposta per investimenti in attività di Ricerca e Sviluppo previsto dalla Legge di Stabilità. Il Provvedimento, oltre ad individuare meglio i costi ammissibili al credito, specifica la cumulabilità con l’agevolazione riconosciuta per le nuovi assunzioni di profili altamente qualificati.

Leggi dopo

Ex-frontalieri, pensione imponibile nello stato di provenienza

29 Luglio 2015 | di La Redazione

Convenzione tra Repubblica Italiana e confederazione Svizzera.pdf

Voluntary disclosure

La Direzione Regionale della Lombardia ha risposto ad un quesito posto dall’Ordine di Como in merito alla situazione degli ex-frontalieri con la Svizzera che percepiscono la pensione elvetica.

Leggi dopo

La ricevuta attesta l’invio della dichiarazione

29 Luglio 2015 | di La Redazione

Cass. civ., sez. VI-T, 27 luglio 2015, n. 15805

IVA

L’Agenzia contestava di non aver ricevuto la dichiarazione di rettifica con la quale era stata revocata l’opzione di contabilità semplificata; i giudici hanno affermato che per dimostrare di aver inviato la dichiarazione basta la ricevuta di spedizione.

Leggi dopo

La dichiarazione integrativa non cancella l’illecito

29 Luglio 2015 | di La Redazione

Cass. civ., sez. VI-T, 27 luglio 2015, n. 15789

Black list

Nella recente sentenza n. 15798/2015, i Giudici della Corte di Cassazione hanno confermato le ragioni dell’Agenzia, affermando che dopo la contestazione della violazione è preclusa ogni possibilità di regolarizzazione.

Leggi dopo

Anche se notificata oltre i termini, la cartella è valida se c’è l’avviso bonario

28 Luglio 2015 | di La Redazione

Cass. civ., sez. trib., 17 luglio 2015, 15028

Termini di accertamento

La Corte Cassazione, con sentenza n. 15028/2015, ha avvalorato le ragioni di un Comune ed ha affermato che la cartella è valida anche se notificata oltre l’anno: prima della notifica, infatti, era stato inoltrato un avviso bonario.

Leggi dopo

Accertamento, non è necessario indicare i motivi

28 Luglio 2015 | di La Redazione

Cass. civ., sez. VI-T, 27 luglio 2015, n. 15807

Avviso di accertamento

Nell’ordinanza n. 15807/2015 della Corte di Cassazione, i Giudici hanno avvalorato le ragioni dell’Agenzia delle Entrate, affermando che in tema di accertamento delle imposte non è necessario mostrare l’autorizzazione all’acquisizione dei dati bancari.

Leggi dopo

Dalle Entrate l'elenco aggiornato per la disapplicazione della regola black list

28 Luglio 2015 | di La Redazione

Agenzia delle Entrate. Elenco aggiornato dei Paesi - black list.pdf

Tobin tax

In materia di imposta sulle transazioni finanziarie (cd. Tobin Tax) l'Agenzia delle Entrate ha provveduto ad aggiornare l'elenco dei soggetti localizzati in Stati o territori con i quali non sono in vigore accordi per lo scambio di informazioni o per l'assistenza al recupero dei crediti, che hanno richiesto la disapplicazione della regola "black list".

Leggi dopo

Imposta incompatibile, decorrenza per il rimborso dal giorno di versamento

27 Luglio 2015 | di La Redazione

Cass. civ., sez. VI-T, 24 luglio 2015, n. 15653

Imposte dirette

Se un’imposta è dichiarata incompatibile con il diritto comunitario, è possibile ottenerne il rimborso, ma il tempo a disposizione parte dal giorno del versamento, non da quello della pronuncia della Corte di Giustizia. Lo dice la Cassazione con ordinanza n. 15653/2015.

Leggi dopo

A breve in G.U. il Decreto sul credito d’imposta per ricerca e sviluppo

24 Luglio 2015 | di La Redazione

IRAP

Il Dipartimento delle Finanze, anticipandone la diffusone sul portale istituzionale, ha annunciato la prossima pubblicazione in Gazzetta del Decreto Ministeriale che detta le disposizioni attuative del credito d’imposta per le attività di ricerca e sviluppo introdotto dall'ultima Legge di Stabilità.

Leggi dopo

Voluntary o ravvedimento, cosa conviene di più?

23 Luglio 2015 | di La Redazione

Voluntary disclosure

Nella Circolare n. 27/E dei giorni scorsi, l’Agenzia delle Entrate ribadisce la possibilità di scegliere alternativamente tra voluntary disclosure e ravvedimento operoso, sia ai fini reddituali sia i fini del monitoraggio fiscale, ma non si spinge a definire quale dei due è più vantaggioso: la scelta è soggettiva e va valutata caso per caso.

Leggi dopo

Pagine