News

News

Prescrizione e decadenza anche per i rimborsi IRPEF

09 Novembre 2015 | di La Redazione

Cass. civ., sez. VI-T, 5 novembre 2015, n. 22656

IRPEF

I Giudici della Corte di Cassazione con sentenza del 5 novembre 2015, n. 22656, hanno accolto il ricorso dell'Amministrazione finanziaria, sostenendo che in tema di rimborso delle imposte sui redditi, l'indebito tributario è soggetto ai termini di decadenza o prescrizione.

Leggi dopo

L'errore formale in dichiarazione è sanabile anche in sede contenziosa

09 Novembre 2015 | di La Redazione

Cass. civ., sez. trib., 3 novembre 2015, n. 22443

Imposte dirette

I Giudici della Cassazione hanno affermato, con l’ordinanza n. 22443/2015, che la dichiarazione dei redditi errata (per meri errori formali) è emendabile anche in sede contenziosa.

Leggi dopo

Immobile sottoposto a sequestro: l'ICI si deve pagare

09 Novembre 2015 | di La Redazione

Cass. civ., sez. trib., 30 ottobre 2015 n. 22216

Misure cautelari

La Corte di Cassazione con sentenza n. 22216/2015 ha sancito che le unità immobiliari sottoposte a sequestro pagano comunque l’ICI, fino a che il provvedimento non muti in confisca.

Leggi dopo

Disparità di trattamento per i Ragionieri: il TAR pone rimedio

06 Novembre 2015 | di La Redazione

TAR Lazio, 4 novembre 2015, n. 12457

Società tra professionisti

I ragionieri facenti parte della sezione A dell’albo dei commercialisti possono iscriversi agli organismi di composizione delle crisi da sovraindebitamento. È quanto sancito dal TAR Lazio con la sentenza n. 12457/2015.

Leggi dopo

Detassazione premi produttività: possibile ritorno con la Stabilità 2016

06 Novembre 2015 | di La Redazione

IRPEF

Tra le novità presenti all'interno del DdL Stabilità emerge anche la misura che prevede la detassazione dei premi di produttività. Maggiori dettagli circa i criteri per la misurazione dei parametri necessari saranno definiti da un decreto del MinLav di concerto con il MEF.

Leggi dopo

Applicabile la detassazione anche al leasing immobiliare a mezzo di contratto di appalto

06 Novembre 2015 | di La Redazione

Cass. civ., sez. trib., 4 novembre 2015, n. 22480

IRES

La Corte di Cassazione con sentenza del 4 novembre 2015, n. 22480, ha chiarito che tra contratto di leasing finanziario e di leasing immobiliare a mezzo di contratto di appalto non vi sia differenza, rilevando ai fini dell'agevolazione il costo complessivo dell'investimento.

Leggi dopo

Il registro dei conti oltre che informatico deve essere cartaceo

05 Novembre 2015 | di La Redazione

Cass. civ., sez. trib., 30 ottobre 2015, n. 22187

Verifiche fiscali

Con la sentenza n. 22187/2015 i Giudici della Corte di Cassazione hanno sancito che il registro dei conti, tenuto esclusivamente su supporto informatico, è consentito solo per il periodo in corso, mentre la stampa dei dati a seguito di ispezione della Guardia di Finanza non sostituisce quello cartaceo.

Leggi dopo

Dichiarazione telematica: l'errore bloccante dev'essere rimosso

05 Novembre 2015 | di La Redazione

Cass. civ., sez. trib., 4 novembre 2015, n. 22466

Omessa dichiarazione

I Giudici della Suprema Corte con sentenza n. 22466/2015 sostengono che la dichiarazione del contribuente trasmessa tramite procedure telematiche si considera regolarmente inviata con la comunicazione, ovvero la ricevuta, dell'Agenzia delle Entrate che attesta l'avvenuto ricevimento del modello.

Leggi dopo

Gli effetti dell'estinzione della sentenza d'appello

04 Novembre 2015 | di La Redazione

Cass. civ., sez. trib., 2 novembre 2015, n. 22368

Estinzione del processo

La Suprema Corte con la sentenza del 2 novembre 2015, n. 22368, ha affermato che in materia di estinzione del processo per inattività delle parti, "l'estinzione rende inefficaci gli atti compiuti, ma non le sentenze di merito pronunciate nel corso del processo e quelle che regolano la competenza".

Leggi dopo

Per godere dell'esenzione IVA è necessaria l’accessorietà con attività esenti

04 Novembre 2015 | di La Redazione

Cass. civ., sez. trib., 29 ottobre 2015, n. 22174

IVA

Con l'ordinanza del 29 ottobre 2015, n. 22174 i Giudici della Corte di Cassazione hanno stabilito che se una prestazione è stata svolta in Italia non necessariamente implica il pagamento dell'IVA, purché le attività organizzate sono accessorie a quelle che godono dell’esenzione.

Leggi dopo

Pagine