News

News

Chi non versa l'IVA per crisi di liquidità non sfugge alla condanna

15 Settembre 2017 | di La Redazione

Cass. pen., 13 settembre 2017 n. 41596

IVA

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 41596/2017, ha confermato che l’imprenditore che non paga l’IVA per crisi di liquidità, per sfuggire alla condanna deve dimostrare di aver messo in atto tutte le azioni possibili per pagare l’imposta, anche quelle sfavorevoli al suo patrimonio.

Leggi dopo

Studi professionali ed esercizi commerciali: la TIA può essere uguale

14 Settembre 2017 | di La Redazione

Cass. civ., sez. trib., 13 settembre 2017, n. 21234

Imposte dirette

Con l'ordinanza n. 21234/2017 la Suprema Corte ha stabilito che uno studio professionale deve pagare la TIA paragonabile a quella di un esercizio commerciale.

Leggi dopo

Regime del margine: l'onere della prova è del rivenditore

13 Settembre 2017 | di La Redazione

Cass. civ., sez. un.,12 settembre 2017, n. 21105

Regimi contabili e fiscali

Le Sezioni Unite, con la sentenza n. 21105/2017, hanno sancito che in tema di IVA, per il c.d. regime del margine, è richiesto al rivenditore lo svolgimento di un controllo con i dati in suo possesso affinché possa individuare i precedenti intestatari del veicolo e accertare in via presuntiva, se l’IVA sia già stata assolta a monte da altri nella catena di fornitura senza possibilità di detrazione.

Leggi dopo

Cartella valida se il contribuente dimostra di conoscerne il contenuto

12 Settembre 2017 | di La Redazione

Cass. civ., sez. trib., 8 settembre 2017, n. 20991

Cartelle esattoriali

La Corte di Cassazione con l'ordinanza n. 20991/2017 ha ricordato che la cartella esattoriale non può considerarsi invalida quando il contribuente dimostri di aver contestato i presupposti della cartella e di avere piena conoscenza dei presupposti della medesima.

Leggi dopo

Dichiarazione sostitutiva in ritardo? No al benificio per l'acquisto di beni strumentali nuovi

12 Settembre 2017 | di La Redazione

Cass. civ., sez. trib., 6 settembre 2017, n. 20812

Crediti d'imposta per società di persone

La Corte di Cassazione, con l’ordinanza del 6 settembre 2017 n. 20812, ha ricordato che il beneficio per l’acquisto di beni strumentali nuovi non è dovuto se il contribuente non ha trasmesso la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà concernente il fatto di non aver goduto di aiuti di Stato entro il termine stabilito.

Leggi dopo

A Pavia il seminario: "Il dovere fiscale dalla Costituente ad oggi"

12 Settembre 2017 | di La Redazione

Giuffrè editore

Presso l’Aula Magna dell’Università di Pavia, si terrà il seminario “Il dovere fiscale dalla Costituente ad oggi – Per gli ottant’anni della rivista di diritto finanziario e scienza delle finanze”.

Leggi dopo

Anche il locatario è soggetto alla TOSAP

12 Settembre 2017 | di La Redazione

Cass. civ., sez. VI-T, 8 settembre 2017, n. 21018

TOSAP

Sono irrilevanti gli atti di concessione o di autorizzazione relativi all'occupazione, in quanto la tassa colpisce anche le occupazioni senza titolo. Così si esprime la Corte di Cassazione con l'ordinanza n. 21018/2017.

Leggi dopo

Riorganizzazione delle Amministrazioni pubbliche: in arrivo il nuovo codice

11 Settembre 2017 | di La Redazione

PEC

Lo scorso 8 settembre in CdM è stato approvato il nuovo decreto che andrà a modificare il Codice dell'Amministrazione digitale (Cad). Come viene enunciato il decreto integra e modifica alcune disposizioni del Codice, con il fine ultimo di accelerare l'attuazione dell'agenda digitale europea, dotando cittadini, imprese e amministrazioni di strumenti e servizi idonei a rendere effettivi i diritti di cittadinanza digitale.

Leggi dopo

Azione esecutiva ingiusta: non integra ragione di esclusione delle spese di lite

08 Settembre 2017 | di La Redazione

Cass. civ., sez. III, 6 settembre 2017, n. 20865

Sanzioni

I Giudici della Suprema Corte hanno ricordato che in tema di declaratoria di decadenza di una cartella di pagamento, qualora il debitore contesti l'esecuzione esattoriale, risponderà comunque delle spese del processo che sia stata costretta ad intentare per sottrarsi all'azione esecutiva ingiusta.

Leggi dopo

Proventi illeciti re-investiti: l'imprenditore accusato resta in carcere

08 Settembre 2017 | di La Redazione

Cass. pen., sez. II, 7 settembre 2017, n. 40890

Antiriciclaggio

La Corte di Cassazione del 7 settembre 2017, n. 40890 ha chiarito che l'imprenditore accusato di autoriciclaggio che non ha usato per proprio personale godimento il provento illecito, resta comunque in carcere.

Leggi dopo

Pagine