News

News su Sanzioni

Contribuente sanzionato anche se l'infedeltà è del commercialista

17 Maggio 2019 | di La Redazione

Cass. civ.

Sanzioni

Anche se le irregolarità sul condono sono commesse dal commercialista, le sanzioni fiscali sono pagate dal contribuente. È l’esito dell’ordinanza del 15 maggio 2019 n. 12901, con la quale la Corte di Cassazione...

Leggi dopo

Le Sezioni Unite chiariscono la responsabilità tra sostituto e sostituito in caso di omesso versamento somme

12 Aprile 2019 | di La Redazione

Cass. Civ., sez. un., 12 aprile 2019, n. 10378

Sanzioni

Nel caso in cui il sostituto ometta di versare le somme, per le quali ha però operato le ritenute di acconto, il sostituito non è tenuto in solido in sede di riscossione, atteso che la responsabilità solidale prevista dall'art. 35 d.P.R. n. 602/1973 è espressamente condizionata alla circostanza che non siano state effettuate le ritenute. Così decidono le sezioni unite della Corte di Cassazione con la sentenza n. 10378/2019

Leggi dopo

Sanzioni sospese se c’è incertezza nelle disposizioni normative e contrasto giurisprudenziale

06 Febbraio 2019 | di La Redazione

Cass. Civ., sez. trib.

Sanzioni

Se c’è incertezza nelle disposizioni normative, niente sanzioni fiscali, tanto più se una norma di interpretazione autentica ha avvalorato la poca chiarezza della norma tributaria. È il caso esaminato dalla Corte di Cassazione con l’ordinanza del 5 febbraio 2019, n. 3277, con la quale i Giudici della Suprema Corte hanno accolto il ricorso di una società che si opponeva ad una cartella di pagamento ICI (e relative sanzioni).

Leggi dopo

Iscrizione a ruolo: nessuna decadenza biennale per le sanzioni previdenziali e multe

13 Novembre 2018 | di La Redazione

Cass. civ.

Sanzioni

La Corte di Cassazione, con la sentenza dell’8 novembre 2018 n. 28529 ha spiegato che alla riscossione di sanzioni amministrative per la violazione del codice della strada o di norme previdenziali non può essere applicata la decadenza biennale per l’iscrizione a ruolo esattoriale dei tributi.

Leggi dopo

In caso di incertezza normativa le sanzioni devono essere annullate

31 Ottobre 2018 | di La Redazione

Cass. civ., sez. trib.

Sanzioni

Sanzioni annullate perché, in caso di assoluta assenza di precedenti giurisprudenziali, si entra nel vasto mare dell’incertezza normativa. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione con l’ordinanza del 19 ottobre 2018 n. 26431.

Leggi dopo

Solo in caso di oggettiva impossibilità di individuazione della norma è possibile invocare l'incertezza normativa

30 Ottobre 2018 | di La Redazione

Cass. civ., sez. VI

Sanzioni

L’incertezza normativa oggettiva, che giustifichi l’esenzione del contribuente dalla responsabilità, richiede l’inevitabilità di tale condizione, «tale da consistere in un’oggettiva impossibilità, accertabile esclusivamente dal giudice, di individuare la norma giuridica in cui sussumere il caso di specie».

Leggi dopo

Le sanzioni, anche quelle tributarie, si applicano sulla base della colpa

26 Settembre 2018 | di La Redazione

Cass. civ., sez. trib.,

Sanzioni

La Cassazione, con la sentenza del 13 settembre 2018 n. 22329, ha ricordato che in tema di sanzioni amministrative per violazione di norme tributarie non è sufficiente la mera volontarietà del comportamento sanzionato, essendo richiesta, anche, la consapevolezza del contribuente.

Leggi dopo

La dichiarazione del cliente deve essere trasmessa sempre rispettando le scadenze

25 Luglio 2018 | di La Redazione

Cass. civ., sez. trib.,

Sanzioni

Un eventuale ritardo della dichiarazione del cliente causato anche da un errore bloccante o dalla malattia del dipendente addetto alla trasmissione, non salva il professionista dalle sanzioni per il ritardo.

Leggi dopo

La Consulta ritorna sul ne bis in idem

06 Marzo 2018 | di La Redazione

Corte Costituzionale

Sanzioni

La Corte Costituzionale ritorna sul tema del doppio binario sanzionatorio, lo fa con la sentenza n. 43 depositata lo scorso 2 marzo.

Leggi dopo

Revisione delle sanzioni: una scelta “di buon senso”

02 Marzo 2018 | di La Redazione

Sanzioni

Il Presidente dei Commercialisti italiani, Massimo Miani, giudica la proposta di revisione delle sanzioni previste dall’art. 63 del D.Lgs. n. 231/2007: “Le sanzioni attualmente previste dalla norma sono in evidente contrasto con il principio di proporzionalità imposto dal legislatore comunitario”.

Leggi dopo

Pagine